martedì 18 Febbraio 2020
Home Attualità 20 cammei da Torre del Greco per ricordare la Democrazia Cristiana

20 cammei da Torre del Greco per ricordare la Democrazia Cristiana

TORRE DEL GRECO. Venti cammei per “omaggiare” la Democrazia Cristiana, 20 incisioni artistiche come 20 sono gli anni che la Dc è stata “lontana” dalla politica. L’idea, già messa in atto con il primo cammeo,è venuta in mente al torrese Michele Battiloro, che dello scudo crociato è segretario provinciale di Napoli e il responsabile del dipartimento elettorale nazionale.

“Alle elezioni amministrative del 25 maggio a Torre del Greco abbiamo ripresentato la lista della Democrazia Cristiana”, spiega Battiloro, “Siamo stati la prima città d’Italia a presentare lo storico simbolo dopo anni di resistenze e contese con i vari partiti, ed ogni volta veniva ricusato. Nel 1993 la DC fu sciolta senza un congresso nazionale che ne decideva le sorti, a quel tempo alcuni dirigenti nazionali lo permisero senza convocare nessun consiglio nazionale. Adesso la sezione del partito di Torre ha voluto riconoscere questo evento con un progetto che risalta la cultura primaria della nostra città, cioè la produzione di corallo e cammei con una serie di 20 cammei lavorati da altrettanti giovani artisti e talenti della nostra città. Saranno donati a coloro che hanno combattuto per la resistenza e alla rinascita in tutti questi anni, in primis al segretario nazionale Angelo Sandri e vari dirigenti nazionali e a coloro che si sono distinti nell’anno del ritorno del simbolo storico della Dc e anche al sindaco di Torre, Ciro Borriello, eletto anche con i voti del nostro partito”. I cammei saranno montati su oro e argento e sono spillini da giacche. Al di là dell’omaggio alla propria “fede” politica Battiloro ci tiene a sottolineare quando sia un omaggio all’arte di Torre e a chi da secoli si distingue nella lavorazione del corallo. “Puntiamo a rivalutare la cultura e Torre che e’ stata sempre maestra a livello mondiale nella lavorazione di coralli e cammei”, aggiunge il dirigente della Dc, “e per dare un marchio a ciò che ci appartiene da sempre. I cammei riproducono il simbolo e saranno incisi da differenti artisti torresi, quello già pronto è stato inciso dall’artista Claudio Terminio maestro di cammei diplomato all’Istituto di Istruzione Superiore “Francesco Degni” di Torre del Greco. Scuola d’arte conosciuta per le sue eccellenze in materia di lavorazione di coralli cammei e orafi. Per ogni pezzo verrà rilasciato un documento di autenticità’ firmato dal segretario nazionale e dell’artista incisore su carta intestata della Dc”.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.
- Advertisment -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Carnevale viaggia sui treni di Pietrarsa: ecco come partecipare

PORTICI. Per un Carnevale originale in cui tradizione e storia si fondono con favole, cartoni e immaginazione per un party in maschera esclusivo l’appuntamento...

Al Summarte un laboratorio di ceramica vietrese dedicato ai bimbi

SOMMA VESUVIANA. Al teatro Summarte dal 7 marzo un laboratorio di ceramica vietrese dedicato ai più piccoli. "Bimbi in arte", il nome del...

Gigli patrimonio immateriale Unesco: parte il progetto Savage dell’Università Vanvitelli

NOLA. Valorizzare i tratti distintivi della Festa dei Gigli di Nola come tradizione culturale espressione della comunità e promuovere l'arte antica della lavorazione...

Carmela De Stefano candidata a sindaco per le comunali a Casamarciano

Casamarciano - Carmela De Stefano, attuale vicesindaco con delega alla cultura e alle politiche sociali del piccolo comune del Nolano è la candidata a...

Asà Silvestrino espone al palazzo Allocca di Saviano

La presentazione è prevista per venerdì 21 prossimo a partire dalle ore 19:00 Conosciamo Oreste Silvestrino, in arte Asà. Perugino di nascita, napoletano d’adozione. Si...
- Advertisment -