lunedì 24 Febbraio 2020
Home Cronaca Fan di camorristi e Isis con esplosivo nascosto in casa, arrestato 30enne...

Fan di camorristi e Isis con esplosivo nascosto in casa, arrestato 30enne FOTO

SAN GENNARO VESUVIANO. Sostegno ai boss della camorra e la condivisione di video cruenti dell’Isis, quello che un 30enne di San Gennaro Vesuviano aveva scritto su Facebook aveva dato da pensare, tanto da farlo diventare un soggetto “attenzionato”.

Così i carabinieri della Compagnia di Nola e del Gruppo di Castello di Cisterna seguendo le cose che scriveva sono arrivati a perquisire casa sua e fare altre inquietanti scoperte ed arrestare per apologia del terrorismo e di fabbricazione e detenzione di materie esplodenti Diego Ottati Menna. Il giovane era stato monitorato dai militari proprio perchè aveva pubblicato sui suoi profili social (ne aveva più di uno) frasi che incoraggiavano e appoggiavano capi e affiliati della camorra fino a un video ritraente la decapitazione di un prigioniero da parte dell’isis. Gli uomini dell’Arma hanno fatto irruzione nella sua casa, nel piccolo paesino vesuviano, e nel corso della minuziosa perquisizione hanno rinvenuto “146 micce di varie lunghezze collegate a inneschi, congegni elettronici per l’azionamento a distanza di esplosivi e un telecomando di attivazione, 3 mortai di fabbricazione artigianale e una centralina pirotecnica di controllo, 3 bossoli di artiglieria da 50 centimetri. E batterie di tubi di lancio di varia dimensione”, come spiegato nel verbale di sequestro. Materiale per il quale è stato necessario l’intervento sul posto degli artificieri antisabotaggio del comando provinciale di Napoli che hanno provveduto alla classificazione e alla messa in sicurezza del materiale, riconducibile ad attivita’ per l’accensione di fuochi pirotecnici. Sono stati inoltre sequestrati un tablet, un computer fisso e uno portatile memorie di massa e smartphone di ultima generazione. Quello che colpisce, però, è che su diverse pareti di casa, e sul lato del letto, vi erano affisse diverse foto e articoli di giornale che raccontavano episodi di cronaca e la storia di vari capoclan di camorra e boss della mafia. Una passione che ora ha portato il 30enne in una cella del carcere di Poggioreale.

20161014_190720

20161014_185835-1

20161014_185648-1

20161014_185013

Hisilicon K3
Hisilicon K3

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.
- Advertisment -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Pomigliano. Lancio di pietre dal cavalcavia, fermati due 14enni

POMIGLIANO D'ARCO. Lancio di pietre dal cavalcavia, fermati due 14enni dalla polizia Locale. A seguito di numerose segnalazioni giunte al comando di polizia Locale guidato...

Coronavirus, Capasso:”Non ci sono casi ma attività di prevenzione”

OTTAVIANO. Coronavirus, di seguito le dichiarazioni del sindaco di Ottaviano Luca Capasso diffuse sui social. "La nota del Prefetto ribadisce tutte le disposizioni messe in...

S.Giorgio a Cremano al voto, si allarga la coalizione di Zinno

SAN GIORGIO A CREMANO. Si allarga la coalizione che sostiene Giorgio Zinno alle amministrative,  ok della lista "Persone e Territorio". Il Sindaco di Sirignano Raffaele...

La Calabria e una pagina”, il nuovo libro del poeta Strinati

NAPOLI. È appena uscito il nuovo libro del poeta marchigiano Fabio Strinati, dal titolo:”La Calabria e una pagina”, pubblicato con Meligrana Editore, casa editrice di...

Dai balconi del Rione Sanità al teatro Mercadante di Napoli. I bambini di Opportunity attori

Napili. Con i bambini e le bambine del corso di teatro nei beni confiscati alla Camorra e dedicati alla memoria di Lucio D’Errico, Via...
- Advertisment -