GRAGNANO. Un successo la kermesse “Maccheronica” che si è svolto nel weekend a Gragnano, ma che è solo un primo passo. Come spiega il consigliere regionale, Alfonso Longobardi (Gruppo ‘De Luca Presidente’).

“Tantissimi sono stati i Cittadini e gli appassionati del “Food” che in questi giorni hanno raggiunto Gragnano/Monti Lattari”, spiega Longobardi, che è anche vicepresidente della Commissione Bilancio, “‘Maccheronica’ è stato un grandissimo successo., visitando gli stand, scoprendo le Eccellenze eno-gastronomiche, assaporando le straordinarie prelibatezze del piatto più famoso al mondo, la Pasta, e sorseggiando il famoso vino del territorio. Con la sinergia istituzionale Regione Campania/Comune di Gragnano e con la collaborazione di tutti abbiamo dato vita ad una kermesse di indubbio valore culturale e promozionale. Il Cibo è Cultura, per questo abbiamo pensato che Gragnano, i Monti Lattari ed il territorio non avessero certo bisogno dell’ennesima “sagra” ma piuttosto di un grande evento di promozione. Non a caso i blog di settore e le riviste specializzate sul “food”, oltre naturalmente i social network, hanno colto a pieno il senso della nostra iniziativa, divulgando il messaggio e la mission di ‘Maccheronica’ a migliaia di utenti, lettori e Cittadini.
Mi fa quindi piacere sottolineare un episodio che mi ha colpito insieme a tanti altri: tra gli stand ho incontrato alcuni Cittadini di Firenze che dopo aver letto sul web e sui social di ‘Maccheronica’ hanno deciso di raggiungere Gragnano per conoscere il territorio e vivere questa grande kermesse.
In questi giorni l’intero comprensorio dei Monti Lattari è riuscito a coniugare storia, tradizione, identità, arte, cultura, sviluppo, marketing territoriale”. La manifestazione è stata concepita, e poi realizzata, in maniera sobria, puntando sulla qualità prima che sulla quantità, dando in tal modo una immagine nuova, a livello internazionale, di un Territorio vivo, produttivo e pronto allo sviluppo.
I protagonisti sono stati i produttori di Pasta, gli esercenti, i ristoratori, le cantine, le aziende viti-vinicole, i caseifici, gli operatori e le altre produzioni tipiche locali.
“La Regione Campania è al fianco dello sviluppo e sostiene investimenti strutturali”, aggiunge Longobardi, “e non certo azioni ‘spot’ a matrice clientelare, senza disperdere nemmeno un euro di soldi pubblici per “sagre” o iniziative approssimative che non danno alcuna prospettiva di crescita.
L’immagine più importante della kermesse è stata quella di poter vedere, finalmente, tutti insieme i marchi storici della Pasta e la gran parte delle etichette dei vini riconosciuti a livello nazionale e internazionale. Inoltre è nata l’Associazione “Food Grania” che mette insieme per la prima volta i ristoratori del Comprensorio. Per questo sosteniamo l’utilizzo delle risorse per tutelare e valorizzare le nostre Eccellenze. Naturalmente la tre giorni di Gragnano non è un punto di arrivo, ma di partenza.
‘Maccheronica’ diventerà sempre più un punto di riferimento sui territori della Regione Campania per promuovere in Italia e nel mondo le straordinarie meraviglie dell’Agroalimentare e del “Food” Campano, integrandole anche con una offerta turistica completa che comprenda i percorsi archeologici, la cultura, il paesaggio, la sentieristica, l’accoglienza”. Un successo per il quale il consigliere ringrazia: “il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il Consigliere delegato all’Agricoltura, Franco Alfieri, gli Assessori Regionali alla Formazione, Chiara Marciani, e alle Attività Produttive, Amedeo Lepore, il Responsabile Comunicazione della Regione Campania, Mario De Rosa, il Direttore Generale Agricoltura della Regione Campania, Filippo Diasco, oltre a Sviluppo Campania, Sma Campani, l’Istituto Don Milani di Gragnano e l’Istituto Alberghiero di Castellammare di Mare e le Associazioni ed i volontari”.