BRUSCIANO. Aggredito sindaco, assessori e consiglieri nella “219”. Il video del primo cittadino Giuseppe Montanile.

Sindaco ed amministratori aggrediti

Sindaco di Brusciano, Peppe Montanile, ed Amministratori aggrediti, denuncia ed appello al Prefetto ed ai Carabinieri, in apprezzamento al lavoro da loro svolto, di intensificare le attività a tutela del territorio, della sicurezza e dell'incolumità di chi è stato aggredito. Richiamo all'unità di tutte le forze politiche, sociali ed istituzionali, affinchè in sinergia, si possa debellare l'illegalità dal nostro paese.

Pubblicato da Comune di Brusciano su Domenica 10 febbraio 2019

Una brutale aggressione questa mattina è avvenuta nella “219” ai danni del sindaco Giuseppe Montanile in compagnia di alcuni assessori e consiglieri comunali, presenti anche loro in quella zona per dei sopralluoghi. In un video postato sul social Facebook, Montanile dichiara che nel momento in cui stavano andando via, alcuni soggetti già noti alle forze dell’ordine, hanno scagliato contro di loro delle pietre. L’episodio culmine, è avvenuto dopo alcuni atti vandalici compiuti al bene pubblico. Negli ultimi tempi, infatti, gli episodi di criminalità si sono intensificati nella cittadina bruscianese, e purtroppo tra questi è stata vandalizzata una macchina della Polizia Municipale e rotto un vetro della casa comunale. Il primo cittadino, lascia intendere, che queste “vicende” sarebbero degli avvertimenti per la lotta che la sua Amministrazione sta portando avanti contro la criminalità, comprese le piazze di spaccio. Spiega che non ha nessuna intenzione di arretrare, anzi dopo l’episodio di questa mattina, è deciso a proseguire nel suo cammino per rispristinare la legalità e si sta adoperando per unire tutte le “forze” del territorio al fine di lavorare in sinergia. Naturalmente è stata sporta denuncia nella locale stazione dei carabinieri. Intanto il parroco di Brusciano don Salvatore Purcaro, con un post sulla pagina social del primo cittadino commenta: “Esprimo al caro sindaco Montanile, la solidarietà mia e della comunità inter parrocchiale per la vile aggressione subita questa mattina. Deprecando ogni forma di violenza verbale e fisica, invito tutti a unirci nella consapevolezza che l’avversario da combattere é la criminalità e il malaffare. Uniti possiamo vincere il male con il bene”.