De Luca - Longobardi
De Luca - Longobardi

“CON DE LUCA PER CAMBIARE LA CAMPANIA”. Parla Alfonso Longobardi, candidato alle regionali nella lista “De Luca Presidente”.

Alle elezioni regionali di domenica 31 maggio scende in campo Alfonso Longobardi, manager di Castellammare di Stabia, che dopo una lunga esperienza professionale in campo sanitario (assistenza e cura del diabete) è oggi al fianco di Vincenzo De Luca nella difficile contesa per le regionali.
Lo stesso Longobardi ci spiega le ragioni della sua scelta di candidarsi: “Da oltre 15 anni, come manager aziendale, mi interesso della salute dei cittadini. Dopo la laurea in Economia e il Master in
Management, per la prima volta ho scelto di candidarmi. Lo faccio al di là dei partiti, in una lista di Programma, direttamente al fianco di Vincenzo De Luca”.
Perché ha scelto di schierarsi con De Luca?
“Vincenzo De Luca lo reputo concreto è capace di governare una realtà complessa come la Campania. Negli anni ha dimostrato che le cose si possono cambiare. Da qui la mia scelta di impegnarmi in prima persona per tutelare e rappresentare il nostro territorio”.
Quali sono i punti salienti del suo programma?
“Conosco le grandi potenzialità della nostra comunità e per sfruttarle al meglio propongo il miglioramento dell’assistenza sanitaria. Con l’eliminazione dei tetti di spesa per i cittadini con patologie croniche si potrà garantire assistenza tutto l’anno”.
Oltre la sanità cosa propone per il territorio?
“In primis la battaglia è creareun ‘Expo’ permanente delle Eccellenze dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina. Così potremo tutelare e valorizzare le nostre peculiarità enogastronomiche
(pasta, vino, pane, pizza, panuozzo), attrarre turisti e fare della nostra Comunità il punto di riferimento dell’accoglienza, dello sviluppo sostenibile e del vivere sano.
Utilizzando al meglio i fondi europei potremo investire nuove risorse per il territorio e valorizzare le nostre eccellenze: così saranno conosciute ed apprezzate in tutto il mondo, determinando ricadute positive per la nostra economia e il nostro sviluppo”.