NAPOLI. Area Marina Protetta di Gaiola: sorpreso dai carabinieri un pescatore di frodo

Intensificati i controlli contro la pesca di frodo nel Parco sommerso di Gaiola: è stato denunciato un pescatore subacqueo sorpreso a pescare nella zona B. Mentre sono stati sequestrati l’attrezzatura da pesca del valore di circa 1000 euro ed il pescato (un branzino di 1 kg circa).
L’uomo aveva appena iniziato a pescare e ed ha provato ad uscire dalla riserva alla vista dei carabinieri. Già da giorni il personale del Parco sommerso di Gaiola aveva allertato le forze dell’ordine segnalando una generale recrudescenza delle attivitá di pesca illegali in Area Marina Protetta. Il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus ringrazia il nucleo carabinieri subacquei per l’intervento immediato.