TORRE DEL GRECO. Camorra, scissionista dei “Falanga-Di Gioia” preso dai carabinieri.

I carabinieri della Compagnia di Torre del Greco, durante le indagini coordinate dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli, hanno tratto in arresto Antonio Gaiezza, 41enne del luogo già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto appartenente agli scissionisti del clan camorristico dei “Falanga-Di Gioia” di Torre del Greco. Gaiezza si era reso irreperibile dall’ottobre 2018 per sfuggire a un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura di Napoli, dopo una condanna a 6 anni e 3 mesi di reclusione per associazione a delinquere di tipo mafioso. I militari lo hanno localizzato a Torre del Greco, in sella a uno scooter guidato da un 21enne incensurato di Boscotrecase. Dopo aver riconosciuto Antonio Gaiezza, i carabinieri si sono messi all’inseguimento dei due, datisi alla fuga appena resosi conto dei militari. Nonostante il tentativo di dileguarsi sono stati raggiunti e bloccati lungo la via Panoramica di Torre del Greco. Gaiezza è stato ammanettato e condotto in caserma, dove i carabinieri hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione che pendeva su di lui. L’autista dello scooter è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Dopo le formalità l’arrestato è stato tradotto nel centro penitenziario di Secondigliano.