par-nap2-2
par-nap2-2

Campionato di serie A: accuse al “tritolo” di Donadoni al Napoli. Finisci 2-2 al Tardini di Parma tra i ducali e gli azzurri che, a questo punto, rischiano seriamente di perdere la zona Champions.

I padroni di casa, già retrocessi in serie B da alcune giornate, hanno venduto cara la pelle lottando e portandosi in vantaggio per ben due volte sfiorando addirittura la vittoria nel finale. Il grande protagonista del match è stato senza dubbio il portiere Mirante, autore di una serie di parate di altissimo profilo.

Nel finale non sono mancate le polemiche; infatti, il tecnico gialloblù, Roberto Donadoni, si è sfogato con i media nei confronti di Higuain, reo di aver insultato Mirante che, con le sue parate, non ha permesso agli azzurri di portare a casa i tre punti.

Benitez fa ruotare alcuni giocatori, giovedì c’è l’importantissima sfida di Europa league con il Dnipro, riposano Maggio, Britos, Ghoulam, David Lopez, Callejon, Insigne ed Higuain.

Formazioni:

Parma (3-5-2): Mirante; Mendes, Costa, Feddal; Gobbi, Mauri, Jorquera, Nocerino, Varela; Coda, Ghezzal. A disp.: Iacobucci, Bertozzi, Lucarelli, Cassani, Lodi, Esposito, Broh, Haraslin, Galloppa, Lila, Mariga, Palladino. All.: Donadoni

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Albiol, Koulibaly, Strinic; Inler, Gargano; Mertens, Gabbiadini, Callejon; Zapata. A disp.: Rafael, Colombo, Mesto, Britos, Ghoulam, Maggio, Lopez, Jorginho, Insigne, Hamsik, Higuain. All.: Benitez

Cronaca della partita:

All’9’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo per il Parma, Andujar va a vuoto e Palladino è il più lesto di tutti nel mettere la sfera in rete. Al 29’ arriva il pareggio azzurro: la difesa emiliana pasticcia, Hamsik recupera la sfera e la cede a Gabbiadini che capitalizza l’occasione con un preciso rasoterra. Al 34’ grandissimo gol di Jorquera: calcio di punizione in due per i ducali, conclusione del cileno che batte Andujar (non esule da colpe) per il nuovo vantaggio gialloblù. Al 41’ Palladino ha l’occasione per il 3-1, ma calcia alto incredibilmente. Fine del primo tempo.

Al 10’ inizia la saga dei “miracoli” di Mirante: al 55’ il neo entrato Callejon tira a botta sicura, ma il portiere parmense intercetta con il piede, la palla termina sul palo per poi ritornare tra le braccia di Mirante; al 65’ doppia parata su Higuain che ci prova prima di piede e poi di testa, ma il numero ottantatré è reattivo; mentre al 68’ deve superarsi sul tiro a giro di Gabbiadini. Al 72’ arriva il meritatissimo pareggio partenopeo: Mertens s’incunea nell’area di rigore ducale e batte Mirante con un tiro chirurgico. Al 79’ azione di sfondamento di Mariga, Andujar si oppone alla conclusione del giocatore keniota. Due minuti più tardi, è ancora Mirante a negare la gioia del gol ad Hamsik con un grande intervento. All’87’ Higuain controlla una sfera non facile e calcia in porta, Mirante è ancora super e devia il tiro del Pipita. Dopo 4’ di recupero, l’arbitro Giacomelli manda tutti negli spogliatoi.

Ancora una chance sprecata dagli azzurri, anche se il terzo posto è a soli tre punti (la Lazio esce sconfitta dallo scontro con l’Inter), ma con una vittoria la distanza si sarebbe ridotta ulteriormente.

Va fatto un plauso a questo Parma che ci mette il cuore e l’orgoglio. Dopo le vittorie con Fiorentina, Inter e Juventus ed il pareggio con la Roma, i ducali fermano anche gli azzurri. Encomiabile.