gonzalo-higuain-napoli-fiorentina
gonzalo-higuain-napoli-fiorentina

Campionato di serie A: il Napoli vede la vetta della classifica. Napoli-Fiorentina era uno dei match clou dell’ottava giornata di campionato (l’altro era il posticipo tra Inter-Juventus).

Le due squadre hanno dato vita a un discreto spettacolo rispondendo colpo su colpo equivalendosi in tutte le zone del campo. L’equilibrio è stato rotto ad inizio ripresa a favore degli azzurri, anche grazie agli errori di Tomovic ed Ilicic, che hanno trovato la vittoria con i gol di Insigne ed Higuain.

Sarri ha tutti gli effettivi a disposizione e può schierare la squadra che al momento gli sta dando maggiori garanzie. Insigne recupera totalmente dal problema accusato la scorsa settimana al ginocchio destro.

Paulo Sousa manda in campo a sorpresa Tomovic e Bernardischi al posto di Roncaglia e di Ilicic. Pepito Rossi parte ancora una volta dalla panchina.

Formazioni:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. In panchina: Gabriel, Rafael, Chiriches, Luperto, Strinic, Maggio, Chalobah, David Lopez, Valdifiori, El Kaddouri, Mertens, Gabbiadini. Allenatore: Sarri.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Rodriguez, Astori; Blaszczykowski, Badelj, Vecino, Marcos Alonso; Bernardeschi, Borja Valero; Kalinic. In panchina: Sepe, Lezzerini, Roncaglia, Suarez, Verdù, Mati Fernandez, Ilicic, Rossi, Babacar. Allenatore: Paulo Sousa.

Arbitro: Banti

Cronaca della partita:

Squadre molto corte che fanno dell’intensità la loro arma migliore, i portatori di palla vengono aggrediti immediatamente. La prima azione gol è dei viola: Kalinic fa una magia (simile a quella di Higuain contro il Milan) tra due avversari addomesticando un pallone lanciato dalla difesa e lo smista sulla destra verso l’accorrente Blaszczykowski, l’esterno polacco si accentra e fa partire un tiro insidiosissimo di sinistro, Reina si distende e respinge la sfera. Al 22’ arriva la risposta azzurra con un tiro di Hamsik dalla distanza, conclusione centrale che viene bloccata senza problemi da Tatarusanu. Dopo due minuti, Higuian viene atterrato da Badelj al limite dell’area di rigore gigliata. Insigne calcia la punizione che però non crea problemi al portiere rumeno. In pieno recupero, Insigne pennella un cross per la testa di Higuain, l’argentino colpisce male la sfera che termina fuori. Fine del primo tempo. Partita godibile, anche se povera di occasioni da gol, giocata soprattutto a centrocampo.

Dopo pochi seconda della ripresa, gli azzurri si portano in vantaggio: Hamsik verticalizza per Insigne (Tomovic sbaglia completamente la posizione) che appena entrato in area di rigore calcia sul secondo palo un tiro a giro che mette fuori causa Tatarusanu. Al 52’, sulle sorti di un calcio d’angolo, Albiol colpisce male di testa da ottima posizione su assist di Insigne; sfera fuori. Al 54’, il neo entrato Ilicic inventa per kalinic che calcia a botta sicura, ma Reina è strepitoso e salva il risultato per la seconda volta. Al 58’ Rodriguez cerca la deviazione acrobatica verso la porta azzurra, ma la sua conclusione termina alta sulla traversa. Su l’altro fronte, Callejon, favorito da un rimpallo, ha l’occasione per chiudere la gara, ma allarga troppo il suo diagonale. Al 73’ arriva il pareggio della Fiorentina: Ilicic riceve palla nella trequarti azzurra e serve di prima intenzione Kalinic, il croato batte Reina in uscita con l’esterno destro. Difesa azzurra sorpresa dalla giocata avversaria. Reazione immediata del Napoli con Higuain: il primo tentativo del Pipita è respinto da Tatarusanu (l’accorrente Mertens calcia fuori il tap-in, ma era in posizione di fuorigioco); il secondo tentativo è vincente e la sfera termina alle spalle del portiere viola. Ancora una volta il gol azzurro è determinato da un errore degli avversari: Ilicic perde palla a centrocampo, Higuain scambia con Mertens e realizza il 2-1. All’89’, Ghoulam s’invola sulla fascia di competenza e mette la sfera sul primo palo, Tatarusanu ed Higuain si scontrano mentre la sfera termina fuori; nell’occasione l’argentino si lamenta per un presunto calcio di rigore non concesso, ma in realtà lo scontro con l’estremo difensore viola è del tutto fortuito. Fine della gara, al San Paolo Napoli batte Fiorentina 2-1.

Terza vittoria consecutiva in campionato per gli azzurri che adesso sono a sole tre lunghezze dal primato.

La squadra di Sousa, pur perdendo, ha disputato un’ottima gara dimostrando di meritare il primo posto in classifica.