Napoli
Napoli

Campionato di serie A: Napoli forza quattro abbatte il Milan. Dopo gli inizi di stagione abbastanza deludenti, la squadra di Sarri, adesso, inizia a fare sul serio e si candida come mera protagonista del campionato in corso.

Il tecnico azzurro manda in campo lo stesso undici che ha battuto la Juventus sabato scorso; Insigne, dopo l’infortunio, riprende il suo posto sulla fascia sinistra dell’attacco azzurro.

In casa rossonera, i tifosi si aspettano una prova convincente, sia sul piano del gioco che su quello del risultato. In difesa, Rodrigo Ely sostituisce lo squalificato Romagnoli, in mediana si rivede Bertolacci, mentre in attacco, complice anche il forfait di Balotelli, spazio alla coppia Luiz Adriano/Bacca.

Formazioni:

Milan (4-3-1-2): Diego Lopez; De Sciglio, Zapata, Rodrigo Ely, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Bacca, Luiz Adriano. All. Mihajlovic.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri.

Cronaca della partita:

Il primo tiro in porta della partita è del Milan con Montolivo, alto sopra la traversa. Al 13’ gli azzurri passano in vantaggio: Zapata sbaglia il rinvio e favorisce il recupero di Hamsik, apertura per Insigne che vede l’inserimento di Allan sulla destra, il brasiliano riceve palla e batte Diego Lopez in uscita. Terzo gol in campionato per l’ex friulano, rossoneri subito puniti al primo errore. Al 18, Higuain, defilato a destra, effettua uno stop stupendo, su lancio di Hysaj, tra due avversari e s’invola versa la porta avversaria e calcia da fuori, ma la conclusione è debole e centrale, facile per Diego Lopez. Al 32’ ci prova ancora il Pipita con un tiro da posizione angolata, fuori di poco. Il Milan non riesce ad imbastire un’azione d’attacco degno di nota e subisce l’aggressività e la sagacia tattica degli azzurri. Il primo tempo si conclude con gli ospiti in vantaggio per 1-0.

Al secondo minuto di gioco della ripresa, i partenopei trovano il raddoppio con Insigne che mette in rete (con un tiro a giro sul secondo palo) dopo una fantastica triangolazione con Higuain. Milan sotto shock. Al 66’ punizione dai venti metri per il Napoli, Insigne pennella una parabola che piega le mani a Diego Lopez e termina in rete. Partita chiusa. Al 59’ timida reazione dei rossoneri con Rodrigo Ely che colpisce di testa una punizione battuta da Bonaventura, parata plastica di Reina. Sull’immediato capovolgimento di fronte, Insigne serve Callejon, tutto solo, che però sbaglia goffamente lo stop e si fa recuperare da Rodrigo Ely. Al 76’ gli azzurri trovano il poker: Ghoulam arriva sul fondo crossa al centro dell’area di rigore rossonera dove Rodrigo Ely, nel tentativo di anticipare Higuain, devia nella propria porta. Milan inguardabile ed umiliato di fronte ai propri tifosi. All’85 Gabbiadini avrebbe l’opportunità per siglare il quinto gol, ma sbaglia il tap-in sulla respinta di Diego Lopez. Al 90’ Bonaventura cerca il gol della bandiera su calcio di punizione, ma Reina blocca la conclusione dell’ex Atalanta.

Adesso il Napoli fa davvero paura; gol a valanga, difesa solida e intesa tra i reparti in continua crescita. Dopo la sosta del campionato, al San Paolo arriverà la Fiorentina prima in classifica.

Piove sul bagnato per il Milan di Mihajlovic; mancanza di gioco, di gol e di risultato, difesa non all’altezze e che commette molti errori individuali abbastanza banali. Ci sarà molto da lavorare per il tecnico serbo.