pipita
pipita

Dopo la brutta sconfitta di Parma, gli azzurri ritornano alla vittoria grazie ad un grande Higuain. Il Pipita, autore di una fantastica tripletta, è stato il protagonista del match insieme al sempre più convincente Mertens (fantastico il suo gol all’incrocio dei pali) che ormai, partita dopo partita, sta diventando indispensabile per l’undici partenopeo.

Per quanto riguarda le formazioni, Benitez concede un turno di riposo a Fernandez, Callejon e a Inler che vengono sostituiti da Britos, Behrami e da Mertens; anche Hamsik si accomoda in panchina, le ultime prestazioni non sono state all’altezza del suo rendimento consueto, al suo posto gioca il macedone Pandev.

Nella Lazio, il tecnico Reja, tra squalifiche ed infortuni, deve rinunciare a Klose, Marchetti, Keità, Gonzalez, Dias, Ederson, Biglia e Biava.

Formazioni:

Napoli (4-2-3-1) – Reina; Henrique, Britos, Albiol, Ghoulam; Jorginho, Behrami; Insigne, Pandev, Mertens; Higuain. Allenatore: Benitez. A disposizione: Doblas, Colombo, Reivellere Mesto, Fernandez, Inler, Dzemaili, Callejon, Hamsik, Zapata

Lazio (4-3-3) – Berisha; Konko, Ciani, Cana, Radu; Onazi, Ledesma, Lulic; Candreva, Mauri, Felipe Anderson. Allenatore: Reja. A disposizione: Strakosha, Guerrieri, Novaretti, Pereirinha, Cavanda, Crecco, Minala, Perea, Kakuta, Postiga

Cronaca della partita:

L’inizio di gara è lento e compassato. Al 15’ è la Lazio a rompere gli indugi: Albiol sbaglia l’appoggio per Britos, ne approfitta Candreva che serve Mauri, ma il capitano biancoceleste calcia fuori. Al 20’ Lulic porta in vantaggio la Lazio con un tiro molto angolato che non lascia scampo a Reina. Al 29’ arriva la reazione azzurra con Higuain, l’argentino cerca di piazzare la sfera, ma termina fuori di poco. Al 31’ incredibile occasione per la Lazio: Felipe Anderson riceve palla, supera Mertens e si trova a tu per tu contro Reina che gli chiude lo specchio della porta con i piedi. Al 39’ illuminazione di Higuain per Insigne, il tiro dell’esterno azzurro non trova Berisha impreparato. Al 42’ arriva il pareggio dei padroni di casa: Mertens prende palla dalla trequarti laziale ed avanza fino al limite dell’area di rigore, dove fa partire un gran tiro forte e preciso che termina all’incrocio dei pali alla sinistra di Berisha. Gol spettacolare! La prima frazione di gioco termina sull’1-1.

Al 48’ Higuain lancia Mertens che viene atterrato da Cana nella propria area di rigore: l’arbitro Banti indica il dischetto ed espelle il difensore laziale. Higuain trasforma dagli undici metri. Al 67’ arriva il 3-1 firmato ancora Higuain: l’attaccante argentino salta nettamente Novaretti e batte Berisha in uscita. Un minuto più tardi Berisha respinge con i pugni una conclusione di Higuain. In questo secondo tempo il Napoli ha cambiato decisamente ritmo. Al 70’ Insigne prova la conclusione da fuori l’area di rigore, ma Berisha si supera ancora una volta e respinge in tuffo. All’82’ Onazi riapre la partita trovando un tiro che passa tra le gambe di Reina. In pieno recupero la Lazio ha la palla buona per pareggiare con un colpo di testa di Ciani, ma Reina è attento e blocca. Sul capovolgimento di fronte, lancio dalle retrovie azzurre per Higuain che effettua un grande stop a seguire e manda fuori causa il suo diretto avversario Novaretti, entra nell’area di rigore e batte Berisha con un tocco sotto.

Le giocate di Higuain e Mertens consentono al Napoli di portare a casa l’ennesima vittoria in campionato. Nonostante le molte assenze, la Lazio tiene testa ai partenopei fino all’espulsione di Cana e va sotto per 3-2. In pieno recupero rischia di pareggiare, ma nell’occasione Reina è attento.