mercoledì 26 Febbraio 2020
Home Cronaca Caos giudiziario sulle elezioni, esposto alla commissione parlamentare Antimafia

Caos giudiziario sulle elezioni, esposto alla commissione parlamentare Antimafia

SOMMA VESUVIANA. Un esposto inviato al presidente della commissione parlamentare antimafia per fare chiarezza sul caos giudiziario che sta scuotendo la città. Da giorni indiscrezioni giornalistiche tengono banco a Somma Vesuviana, un’inchiesta aperta dalla Procura della Repubblica di Nola nel maggio 2017 e che avrebbe portato ad una raffica di rinvii a giudizio. per fare chiarezza in molti si sono mossi in questi giorni. La scelta più coraggiosa, quella dei consiglieri comunali Maria Rosaria Raia e Andrea Scala che proprio oggi si sono dimessi perchè “Non riteniamo corretto, di fronte anche al solo dubbio, restare “incollati” alla sedia”.
Altri, come il gruppo Somma Futura che ha chiesto un consiglio comunale per discutere della vicenda.

Oppure il consigliere SaLvatore Rianna
che ha suggerito di rendere pubblica la situazione rispetto alla Giustizia, dei consiglieri con certificato carichi pendenti e quanto altro occorra.

Chiarimenti li hanno chiesti anche il Pd e Italia Viva. Intanto, un esposto al senatore Nicola Morra, presidente della commissione parlamentare antimafia è stato inviato dal testimone di giustizia Gennaro Ciliberto.

“Egr.Presidente, si apprende da organi di stampa che l’elezioni del 2017 sarebbero state oggetto di scambio di voto economico e gestito da gruppi legati alla camorra”, scrive nella missiva, “Ci sono più di 1500 pagine di attività investigativa con intercettazioni. Se ciò venisse confermato il voto popolare e libero è stato compromesso.
Lo scrivente già nel 2017 aveva attenzionato il Ministero dell’interno con ciò che accadeva durante la campagna elettorale a Somma Vesuviana,inoltre come dovere ho provveduto a denunciate tutto alle autorità competenti.
Lo scrivente chiede a codesta commissione antimafia di audire il Sindaco Di Sarno,attuale sindaco di Somma Vesuviana. Certo della vostra attenzione”. Alla lettera è seguita una telefonata alla segreteria di Morra, come rende noto Ciliberto. Quindi la questione sarebbe “attenzionata” volendo usare un termine molto caro agli inquirenti.
Chiarezza, in effetti, è quello che chiedono tutti. Da prima di Natale circolano a Somma delle intercettazioni e atti informativi riguardanti questa famigerata inchiesta. Migliaia di pagine in cui sono trascritte telefonate, chiacchierate in auto, di molti volti noti della politica locale e per par condicio va detto che sono esponenti sia di maggioranza che di opposizione. Ma a cosa abbia portato questa inchiesta al momento non lo sappiamo con certezza. Attendiamo.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.
- Advertisment -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Coronavirus, in Campania 2 casi accertati: tamponi positivi su due donne

Si tratta di due donne giunte dal Nord: una 24enne del casertano e una donna originaria di Vallo della Lucania, i tamponi inviati all'Istituto...

S.Anastasia-Pomigliano. Il progetto sportivo per i minori a rischio

SANT'ANASTASIA-POMIGLIANO D'ARCO. Sport solidale per i minori a rischio, l'iniziativa della SSD Oasi di Sant'Anastasia e dello Sporting Calcio. Una bella iniziativa che porta in...

Il senatore Urraro nominato componente della Commissione Antirazzismo

ROMA-SAN GIUSEPPE VESUVIANO. Entra a far parte della Commissione Antirazzismo il senatore Francesco Urraro. La nomina arriva direttamente dalla presidente del Senato Maria Elisabetta...

Coronavirus, le misure di prevenzione adottate dalla Gori

Coronavirus: misure di prevenzione per gli sportelli al pubblico con il canale digitale "myGORI " possibile qualsiasi operazione. Gori sta seguendo con attenzione le evoluzioni...

Nola. Maltrattamento animali, denunciato bracconiere di Somma Vesuviana

NOLA. Carabinieri denunciano bracconiere, prede liberate. A Nola i carabinieri della Stazione forestale di Marigliano hanno denunciato per detenzione illecita di avifauna selvatica, bracconaggio e...
- Advertisment -