Il sindaco: “A Caivano insiste un grande campo rom, vera e propria piaga dei nostri territori”

Cerbone: “Si muovono sempre dopo, ricerca di visibilità?

Nappi: “Cosa si sta facendo concretamente per arginare gli eventi?”

 

CASALNUOVO – Da giorni aria irrespirabile a Casalnuovo di Napoli, numerose le lamentele da parte dei cittadini preoccupati. Un odore di plastica bruciata avvolge buona parte della città, la politica chiamata da tempo a dare spiegazioni non riesce per ora a dare risposte certe ai i cittadini stanchi e scoraggiati.

“Da accertamenti effettuati in collaborazione con le forze dell’ordine non risultano incendi sul territorio casalnuovese negli ultimi giorni – scrive sui social il sindaco di Casalnuovo Massimo Pelliccia – abbiamo chiesto notizie al comune di Caivano, dove insiste un grande campo rom, vera e propria piaga dei nostri territori”

“Lì tutto è fuori controllo e fiorisce un mercato nero dei rifiuti – continua il sindaco Pelliccia –  quindi con molta probabilità è lì che si sono sviluppati incendi. Attendiamo aggiornamenti. Qualora i nostri sospetti fossero fondati convocheremo un tavolo tecnico con tutti i comuni limitrofi”

Parole pesanti all’indirizzo di altri Comuni da parte del sindaco di Casalnuovo che però non convince le opposizioni. Non si è lasciata attendere infatti la replica da parte del consigliere comunale di opposizione del MoVimento 5 Stelle Christian Cerbone che si chiede cosa è stato fatto fino ad ora e se ci sia chi cerca di sfruttare il problema per avere visibilità politica.

“Apprendo con stupore e rammarico, che solo dopo due mesi, questa macchina comunale tenta un timido approccio alla lotta ai roghi – scrive Cerbone sui social – Nel mese di Giugno, insieme a tanti altri volontari ed amici, facemmo recapitare questo documento al Sindaco di Casalnuovo e agli enti sovracomunali, affinché provvedessero a dei sopralluoghi ed eventuali provvedimenti”

“Ma ovviamente, come sempre accade, si muovono sempre dopo – continua il consigliere Cerbone –  e mai quando il problema viene segnalato. Ricerca di visibilità???”

Al contempo Ciro Razzini, consigliere comunale di opposizione, riprende un intervento sui social di Giovanni Nappi, ex presidente del consiglio comunale di Casalnuovo e candidato sindaco di sinistra.

“Non c’è un solo cittadino che non stia lamentando e segnalando la quotidiana puzza di plastica bruciata che rende irrespirabile l’aria. Tutto questo ci uccide – scrive sui social Giovanni Nappi – Non credo sia giusto fare polemica di parte su questo tema, che spesso è globale e tocca più territori. Però, sinceramente, troverei giusto un’agire quotidiano dell’assessore all’ambiente della nostra città”

“Mi farebbe piacere almeno leggerla su questo tema – continua Nappi –  capire cosa si sta facendo concretamente per arginare gli eventi”