CASALNUOVO DI NAPOLI – Due commercianti incensurati sono finiti in manette per furto aggravato di energia elettrica. A scoprire i contatori manomessi i carabinieri della tenenza di Casalnuovo, nel corso di un servizio coordinato con personale tecnico dell’Enel.

Secondo quanto accertato, un 27enne del posto aveva alterato la rilevazione dei consumi elettrici, manipolando il contatore del suo bar con un magnete. Di 13mila euro il danno stimato. Medesimo scenario per un caseificio di Casalnuovo, il cui titolare, un 33enne di Casal Di Principe, aveva beneficiato di una rilevazione dei consumi viziata per complessivi 8mila euro.

Al termine delle formalità di rito, i due arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa del giudizio con rito direttissimo.