“Il diritto alla salute prima di tutto. Un dovere per noi sindaci essere i primi garanti della tutela del territorio e dei suoi abitanti. Ecco perché invito tutti i miei colleghi ad osservare la normativa vigente in tema di abbruciamento di materiali vegetali che spesso nascondono anche la combustione di rifiuti tossici, altamente nocivi per la salute, e di punire i trasgressori con multe salate”.

A lanciare l’appello è il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi che in questi giorni ha emanato un’ordinanza contro gli “abbruciamenti”.

Divieto tassativo di roghi fino al 31 ottobre. Pene pecuniarie molto severe per i trasgressori. Ma non è tutto. Il primo cittadino, attraverso  un documento, invita tutti i sindaci dei territori confinanti con il comune di Casamarciano a tenere alta l’attenzione sulla questione monitorando le aree di riferimento affinchè vengano salvaguardati i diritti di tutti i cittadini.

“È necessario un coordinamento sinergico tra le istituzioni altrimenti rischiamo contrapposizioni inutili ma soprattutto dannose per i cittadini – spiega Manzi – Occorre una programmazione seria ed una condivisione di intenti che tuteli il territorio e quanti ci abitano. Il mio appello è di lavorare in un’unica direzione nell’esclusivo interesse della collettività”.

Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)