CASTELLO DI CISTERNA. Giovanna Mirra: “Rilancio centro polifunzionale di Castello di Cisterna, promessa mantenuta.

Si è svolta ieri, presso il​ Centro Polifunzionale di Castello di Cisterna,​ la cerimonia di apertura del calendario di attività​ sociali​ previste dal​ progetto​ “Pon inclusione” dell’ambito N22.
Il progetto prevede la realizzazione di una serie di misure​ a sostegno della popolazione minorile e darà vita ad una serie di attività socio educative per minori a grave rischio di esclusione sociale e minori con abilità diverse per favorire l’inclusione sociale a 360° .
Le attività​ ​ sono iniziate il 15 luglio scorso con​ l’apertura del​ “CAMPO ESTIVO” per​ minori da 4 a 12 anni, che si​ svolgerà dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 15,30, fino al 9 agosto e con pasti inclusi gratuiti.
Dal 26 agosto​ inizieranno una​ serie di attività​ pomeridiane quali: laboratorio di ceramica,​ laboratorio musicale con coro e banda musicale,​ cineforum con proiezione di cartoni animati e film per bambini,​ creazione manufatti,​ attività ludiche di gruppo,​ laboratorio di musicoterapia nella globalità dei linguaggi e​ laboratorio sport di squadra.​
L’amministrazione comunale, “dichiara l’Assessore MIRRA: attraverso gli assessorati alle politiche sociali e partecipazione, si propone di rafforzare un sistema di opportunità per aggregare minori che vivono in contesti sociali a rischio emarginazione e per i quali si intende fornire un supporto educativo che stimoli il minore a coltivare relazioni e a socializzare nella maniera più positiva e consona alla​ sua età” ​ “la realizzazione ​ di questi percorsi nel centro polifunzionale di Castello di Cisterna, sito nel​ p.co​ Enrico De Nicola, ci rende orgogliosi come Amministrazione Comunale,​ ma ​ rende ancora di piu’ il senso di un’appartenenza ed di un radicamento verso le fasce deboli del nostro territorio, esaltando ancora una volta una delle​ priorità strategiche​ del nostro programma di Governo, quali l’inclusione e la tutela di chi soffre.
​ ​ ​ ​ L’ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI E ALLA TRASPARENZA​ ​ ​ ​
​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ ​ GIOVANNA MIRRA