Colpi di pistola contro giornalista. Verna e Lucarelli: “Volevano uccidere”

Gricignano di Aversa (Caserta). Una raffica di colpi di pistola sparati ad altezza d’uomo contro il direttore di ‘Campania Notizie’, Mario De Michele, mentre viaggiava sulla sua auto. Un gravissimo episodio che, come riporta il sito del giornale on line di De Michele, è avvenuto ieri pomeriggio. “Mentre era a bordo della sua auto in una zona periferica di Gricignano” De Michele “è stato raggiunto da alcune persone che hanno esploso 6-7 colpi di pistola. Due di questi all’indirizzo del parabrezza che hanno attraversato l’abitacolo della vettura a pochi centimetri dal giornalista”, si legge su Campania Notizie. Secondo quanto riferito dal quotidiano on line, si tratta del secondo attentato in pochi giorni contro De Michele. Appena tre giorni fa, infatti, “il giornalista è stato raggiunto e aggredito da due persone a bordo di una moto e con volto coperto da casco integrale: uno dei due è sceso dalla moto e armato di una spranga di ferro ha causato gravi danni mentre l’altro lo ha costretto a scendere e schiaffeggiato”.
L’Ordine dei Giornalisti Nazionale e della Campania si è espresso tempestivamente sulla vicenda. “Hanno sparato per uccidere e fortunatamente non ci sono riusciti. Mario De Michele, direttore di Campania Notizie è scampato ad un agguato in piena regola”, commentano Carlo Verna e Ottavio Lucarelli, presidente del Cnog e dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, “Ieri sera, nel casertano, due persone si sono affiancate alla sua auto quando lui era a bordo ed hanno esploso svariati colpi di pistola molti dei quali hanno centrato la vettura. Nei giorni scorsi aveva denunciato aggressioni ed intimidazioni. Si tratta di un pericoloso salto di qualità nelle aggressioni contro i giornalisti. De Michele da tempo si occupa delle infiltrazioni camorristiche nell’area del casertano. Chiediamo alle autorità competenti l’immediata protezione per il collega”.