NAPOLI – PROVINCIA. Organizzazione transnazionale per il contrabbando di sigarette, Carabinieri e DDA hanno dato esecuzione a un’ ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di ventotto persone. Stimato un danno erariale per 2.5 milioni di euro.

I Carabinieri della Compagnia di Napoli Stella hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della D.D.A. nei confronti di ventotto soggetti ritenuti responsabili di contrabbando di sigarette.
L’operazione si è svolta tra i Comuni di Casavatore, Afragola, Ercolano, Caivano, San Sebastiano al Vesuvio, Casoria, Casalnuovo di Napoli e San Giorgio a Cremano.
Le indagini hanno consentito di ricostruire un traffico di tabacchi gestito da due associazioni criminali strutturate in modo piramidale operanti in più Stati esteri. L’ Autorità giudiziaria ha infatti contestato agli indagati l’aggravante della transnazionalità del reato.
Le investigazioni, portate avanti anche con il supporto di Forze di Polizia estere e dell’O.L.A.F. (Ufficio anti frodi dell’Unione Europea con sede a Bruxelles), hanno permesso di sequestrare 14 tonnellate di sigarette di contrabbando che si traducono in un danno erariale (in termini di evasione di imposte, accise e dazi doganali) di 2,5 milioni di euro.