NAPOLI. Professionisti e imprenditori fanno squadra contro la burocrazia e chiedono una rivoluzione della pubblica amministrazione basata su digitalizzazione e semplificazione.

Se ne discute venerdì 15 marzo, dalle ore 9, al Polo Universitario Federiciano di San Giovanni a Teduccio (Corso Protopisani), nel convegno organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Napoli sul tema “Pubblica amministrazione 4.0 – Digitalizzazione, sburocratizzazione, semplificazione”, con la partecipazione del Sottosegretario alla Funzione Pubblica, Mattia Fantinati.
Aprono i lavori l’Assessore all’Innovazione della Regione Campania, Valeria Fascione, e il Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli Edoardo Cosenza.
Al dibattito – moderato dal Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri Ettore Nardi – intervengono docenti, amministratori pubblici, i vertici di Associazione Costruttori Edili di Napoli (Acen), Confapi, Giovani Industriali e rappresentanti dell’Ordine dei Commercialisti di Napoli. A confronto idee e proposte per la semplificazione burocratica.
“In Italia e ancor più al Sud – ricorda Ettore Nardi – la dimensione piccola o piccolissima di studi professionali e imprese impone che la pubblica amministrazione si adegui al cambiamento in termini di innovazione tecnologica, digitalizzazione e snellimento delle procedure, unica soluzione per accorciare i tempi e ridurre i costi. L’innovazione tecnologica anche nell’ambito della Pubblica amministrazione è un’esigenza fondamentale per i professionisti, per le imprese, per i cittadini. Solo attraverso queste leve si potranno garantire competitività e servizi di qualità, quindi sviluppo”.