BRUSCIANO. Criminalità, dopo l’ennesimo atto delinquenziale il sindaco di Brusciano: “Chiedo potenziamento di mezzi e uomini”.

L’ira del primo cittadino di Brusciano Giuseppe Montanile si fa sentire, dopo l’ennesimo atto criminale avvenuto nella sua cittadina. La situazione è diventata ormai insostenibile per le persone perbene e soprattutto per l’Amministrazione Montanile che deve fronteggiare un fenomeno di criminalità diffusa e ormai senza controllo, come lo testimoniano gli ultimi fatti di cronaca. Il sindaco con un post su Facebook sfoga tutta la sua rabbia e la volontà di fronteggiare questi episodi e sconfiggerli: “Al punto in cui siamo giunti non c’è altro da chiedere che misure straordinarie per Brusciano con il potenziamento di mezzi e uomini per far fronte ai gravissimi episodi di criminalità che si stanno verificando sui nostri territori. Questa è la mia richiesta che rivolgo direttamente al Prefetto. Dopo la circolare di Salvini, chiedo ufficialmente di essere ascoltato dalla dottoressa Carmela Pagano, poiché in qualità di primo cittadino conosco e sono testimone oculare delle difficoltà che la mia città sta vivendo. Abbiamo chiesto al governo di intervenire attraverso interrogazioni parlamentari, chiedo da mesi che su questo territorio sia potenziato il controllo, ad oggi non sono stato ascoltato. A Brusciano vivono persone perbene, persone pulite che non meritano di essere trattate come cittadini di serie B. Non basta la politica perbene, da oggi ci batteremo per un paese perbene”