SANT’ANASTASIA. L’Associazione “Filomena De Cicco” FDC in collaborazione con il Comune di Sant’Anastasia terrà giovedì 11 luglio uno dei suoi momenti pubblici “privilegiati” nel corso dei quali faranno capolino tutte gli scopi che l’Associazione si è data sin dal momento della sua nascita ufficializzata nel 2015, dopo un decennio vissuto nell’alveo del movimento nazionale antiusura di Tano Grasso.

Era il maggio del 2017 quando la “Associazione FDC”, che conta oggi ben 500 iscritti, esordiva pubblicamente presso gli spazi interni del Santuario di Madonna dell’Arco coniugando le stesse vocazione che giovedì 11 luglio dalle 20 in piazza Trivio a Sant’Anastasia saranno protagoniste. “Cuore d’Estate” metterà assieme lo scopo sociale che è nello Statuto stesso dell’Associazione, l’impegno anticamorra, la lotta all’usura, il sostegno ai diversi entusiasmi giovanili e professionali di cui il territorio ha bisogno che potranno farsi percorsi di vita.
“Sarà una grande serata – afferma con entusiasmo la fondatrice dell’Associazione Rosaria Fornaro – dove un talentuoso e valentissimo stilista, al suo esordio cittadino, Daniele Terracciano, con altri giovani artisti che amano le arti, il canto, il teatro potranno far capire in quali e quanti modi sanno interpretare il mondo delle loro più profonde vocazioni e dei talenti che hanno. La testimonianza del mondo della scuola o di chi alla camorra vuole opporsi in ogni modo e dalla quale vuole prendere o ha già preso le distanze, come Pasqualino Mauri, sarà un altro momento forte della serata con voci ed esperienze che devono supportare la speranza e il nostro impegno associativo.”
“Cuore d’Estate” sarà condotto, assieme alla giovane e bella Stefania Di Pascale, dal gior- nalista Francesco De Rosa, direttore della rivista la camorra vista&rivista e del portale lacamorra.it e vedrà la partecipazione di esponenti di varie istituzioni che hanno già dato la loro adesione e diversi sindaci, primo fra tutti quello di Sant’Anastasia, Lello Abete, che supporta ed incoraggia da diversi anni l’impegno verso il sociale che l’Associazione “FDC” porta avanti. Il sindaco dichiara:””Il dibattito e la serata-convegno organizzata da Rosaria Fornaro, che è stata vittima anni addietro di un episodio indimenticabile, è un segnale – dice Lello Abete – che lei con la sua associazione rivolge a tutti per far capire come si può sconfiggere definitivamente questo fenomeno che attanaglia la regione Campania, credo, ormai da secoli”. Un monologo antiusura sarà recitato da Lina Catapano mentre le belle voci di Rita Lanza, Martina Barone e Chiara Abete faranno arrivare sicuramente acuti d’emozione nei diversi momenti della serata/evento.