• Brusciano. Nella mattinata del 10 gennaio in viaggio da Brusciano a Napoli all’insegna della solidarietà, per far vivere un momento di allegria e spensieratezza, ai bambini dell’istituto “Filippo Smaldone” di Napoli. L’istituto diretto dalla madre superiora Suor Piera, ubicato nel rione Sanità, è stato fondato verso la metà del secolo scorso dalle Suore Salesiane dei Sacri Cuori, che continuano il loro impegno nell’educazione e nell’integrazione dei bambini sordo muti secondo le indicazioni pedagogiche-didattiche del fondatore Filippo Smaldone. Con l’arrivo del nuovo anno, è arrivata la piacevole visita dei gestori del centro Aqavion di Fabio Violetti, Fabio Bencivenga, Fabio Coda e con il contributo del vicepresidente Federale Francesco Postiglione, che accompagnati da una delegazione dei genitori dei bambini che frequentano il centro, hanno omaggiato di doni da loro raccolti, i piccoli alunni dell’istituto napoletano. Una lodevole iniziativa che ha visto la presenza oltre del presidente del circolo nautico Posillipo Enzo Semeraro e del socio fondatore dell’istituto Filippo Smaldone, anche dell’assessore del Comune di Brusciano, Linda D’Avino, che oltre a rappresentare il sindaco Giosy Romano, ha voluto far sentire la presenza e la vicinanza dell’amministrazione comunale per eventi come questo che arricchiscono soprattutto sotto il profilo sociale e umano. I regali sono stati consegnati direttamente dai campioni olimpionici, che ad unisono, ci hanno tenuto a rimarcare il loro impegno nel sociale reso possibile anche grazie al fattivo apporto delle famiglie del centro, come precisa Fabio Violetti: “Fin dall’apertura del centro il nostro impegno per il sociale è stato sempre attivo e anche quest’anno il nostro pensiero è andato ai bambini. Di certo, regalare doni e condividere un sorriso con i tanti bambini dell’istituto Filippo Smaldone, ci rende ancor più consapevoli e fieri di portare avanti e sostenere con orgoglio il nostro progetto partito da Brusciano e in espansione anche nella città partenopea con il centro dei Colli Aminei di recente, mettendo in primo piano il valore che lo sport ha nella crescita dei giovani e nella formazione alla vita sociale reso possibile soprattutto dalla salvaguardia di un ambiente sano e salutare come il nostro centro