rocha william
Dhs napoli juoniores rocha william

La DHS Napoli Juniores non sbaglia un colpo. Gli azzurri superano anche l’ostacolo Real Amalfi ed approdano alla finale regionale Juniores, dove se la vedranno con i pari età del Miseria e Nobiltà.

 

Buona cornice di pubblico al Centro Fipav, dove gli spettatori assisteranno ad una sfida dai grandi contenuti tecnici. Il Napoli approccia la gara con grande intensità difensiva e ritmo elevato nel possesso palla, ma gli ospiti sono bravi a chiudere ogni varco nel tentativo di colpire poi in ripartenza ed è proprio del Real Amalfi la prima vera occasione della gara: al 5° minuto Buonocore colpisce la base del palo finalizzando un ottimo contropiede. Il Napoli nonostante la grande mole di gioco non riesce a sbloccare il risultato: le ottime parate del portiere ospite, condite da due pali ed una traversa impediscono alla squadra locale di portarsi in vantaggio. Almeno fino al 22° minuto, quando Virenti dopo un’azione manovrata riesce a scoprire palla in zona laterale e calciare di punta, palla nel sacco ed 1-0, con cui si va al riposo.

La ripresa inizia con la squadra di mister Falcone che abbassa l’altezza difensiva nella propria metà campo nel tentativo di concedersi in alternativa all’azione manovrata anche le ripartenze per cercare di consolidare il risultato. Arriva così il 2-0 ancora ad opera dell’ottimo Virenti che sempre da posizione defilata insacca la seconda rete. La partita non sembra in discussione fino a quando un’incursione ospite in area di rigore consente al Real Amalfi di procurarsi un rigore per fallo del portiere Liccardo, cartellino giallo per lui che peserà successivamente. Si incarica dell’esecuzione Buonocore che non sbaglia e riapre la gara almeno nel risultato. La squadra di mister Falcone non si abbatte e ricomincia a tessere la tela con pazienza. La seconda ammonizione con conseguente espulsione di Rispoli sembra spianare la strada al Napoli; la superiorità numerica è ottimamente sfruttata dai ragazzi di Falcone che con calma aspettano la giocata giusta e si portano sul 3-1 con il capitano Tafuni. Siamo al 18° ed a questo punto gli ospiti tentano di pressare alto per recuperare velocemente palla ma gli azzurrini mandano a vuoto i vari tentativi uscendo bene dal pressing avversario e creando situazioni di pericolo non concretizzate un po’ per sfortuna, un po’ per eccessiva precipitazione. Ed arriva cosi, quando meno te l’aspetti, la rete avversaria. Su calcio d’angolo dormita generale della zona difensiva e palla che filtra al centro dove ben appostato c’è Buonocore che fa il 3-2 al 25°. Ci si mette anche un decisione arbitrale quantomeno opinabile a riaprire il match: il signor Zuzolo commina il secondo giallo a Liccardo, reo a suo giudizio di aver ritardato una ripresa di gioco, e lo espelle. Inferiorità numerica per i ragazzi di Falcone che però riescono a superare indenni i due minuti previsti. Gli ospiti tentano poi la carta del portiere di movimento senza ricavarne il risultato sperato. Finisce 3-2 per il Napoli che merita ampiamente l’acceso alla finale e non solo per quanto ha mostrato nella gara di questa sera.

Adesso i ragazzi di Falcone sono attesi per l’ultima fatica in ambito regionale, il Miseria

 

 

e Nobiltà sarà l’avversario ospite sempre al centro Fipav in virtù della classifica globale dei punti fatti. I casertani venderanno sicuramente cara la pelle, quindi ci sarà la necessità di sfoderare una prestazione all’altezza, come richiesto da una finale.

 

Tabellino gara

DHS Napoli – Real Amalfi 3-2 (1-0)

 

DHS Napoli

Liccardo, Molaro, Virenti, Varriale C., Quaglietta, Murolo M., Rocha, Galluccio, Tafuni, Canneva, Vicidomini, Bellobuono. All. Falcone

 

Real Amalfi

Buonocore G., Andretta, Buonocore F., Biamonte L., Biamonte P., Rispoli, Gagliano, Fusco, Laudano, Esposito A., Corvo, Esposito D. All. Gambardella

 

Arbitro: Zuzolo (Caserta)

 

Reti: 22° Virenti (N). Secondo tempo: 07° Virenti (N), 13° su rigore Buonocore F. (R), 18° Tafuni (N), 25° Buonocore G. (R)

 

Ammoniti: Canneva (N), Quaglietta (N), Murolo (N).

 

Espulsi per doppia ammonizione: Liccardo (N) e Rispoli (R)