san giorgio villa bruno
san giorgio villa bruno

SAN GIORGIO A CREMANO. L’esempio di Don Peppe Diana e dei giudici Falcone e Borsellino nello spettacolo de I Vagabondi, in scena questa sera, 18 luglio alle ore 21, in Villa Bruno, per la V edizione della Rassegna teatrale “Il Drago d’Oro” organizzata dall’Accademia Sonora e dalla Antonio Monaco Eventi e dedicata a Luisa Conte.

Sul palco la compagnia I Vagabondi di Scisciano con lo spettacolo “Le catene dell’uomo – diversi” per la regia di Maria Sorrentino e aiuto regia Carmela Troise.

La compagnia, composta da venticinque ragazzi di età compresa tra i dieci e i ventisette anni, porta sul palcoscenico delle ex Fonderie Righetti una “diversa” idea di legalità fatto di uomini e donne che non abbassano mai la guardia di fronte ai soprusi e alle prepotenze attuati dalle mafie.

«La trama – dichiara la regista – rappresenta il tentativo di ricostruire a tappe, il cammino che l’uomo  ha compiuto e che ancora è chiamato a compiere, per affermare il principio della dignità nell’ uguaglianza e nel rispetto di tutti gli esseri umani e di quanto il senso della legalità “vissuto” nella chiave essenziale di possibilità civile per la convivenza umana sia importante. In una società dove i pregiudizi, i preconcetti, le apparenze , rappresentano ancora quelle “catene” che non permettono all’uomo di esprimere il  proprio “essere”, quell’essere che si realizza nel “tu” e si espande in un “noi”  facendo  delle diversità  “ricchezze”  che  nobilitano e completano gli uomini, creando le premesse per una vera società. … Il diverso non è solo il delinquente, il tossicodipendente, l’omosessuale,  il nero, l’extracomunitario … ma ogni “essere” umano …».

La gara tra le compagnie teatrali continua sabato 19 luglio con il doppio appuntamento: alle ore 20 con lo spettacolo “La Cattedrale” della Compagnia Teatro Costellazione di Formia, per la regia Roberta Costantini, non esibitasi nella serata inaugurale per un imprevisto tecnico, a cui seguirà, alle 22, lo spettacolo “U Mortu Assicuratu “ per la regia di Franco Santospirito portato in scena dalla Compagnia Il Sipario di Patti (Messina).

Gran finale il 20 luglio con la Serata di Gala e Premiazioni con ospiti tanti ospiti del panorama artistico nazionale ed internazionale, tra cui Eva Henger.  Madrina della serata Ingrid Sansone che tributerà un omaggio alla zia Luisa Conte nel ventennale dalla scomparsa proponendo un video di sue immagini inedite.