Camposano «L’Educazione alla Cittadinanza divenga una materia scolastica», è l’appello lanciato dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani, che promuove una proposta di legge su iniziativa popolare (con raccolta firme) e che è stata condivisa in pieno da Antonio Giuliano, consigliere comunale di Camposano. Il giovane amministratore, da tempo impegnato nel campo politico, sociale e civile, ha protocollato l’altro giorno una richiesta indirizzata al governo cittadino, retto dal sindaco Franco Barbato, affinché l’iniziativa dell’ANCI possa essere portata a conoscenza e sostenuta anche da parte della comunità di Camposano.

«Tra gli obiettivi di un’Amministrazione Comunale – sottolinea lo stesso Giuliano nel testo della sua proposta scritta – vi è quello di promuovere sul territorio municipale i principi fondanti di sviluppo civile, alimentando il senso di appartenenza alla comunità da parte di chi vi risiede, lavora e studia. Per raggiungere un simile obiettivo, è essenziale favorire un’ampia e capillare diffusione delle regole che disciplinano il nostro ordinamento che non può prescindere dalla conoscenza e dall’approfondimento (a partite dalla nostra Carta Costituzionale) di questa specifica materia: l’educazione civica, che va introdotta nei curricula didattici delle scuole come materia di “Educazione alla Cittadinanza”. Per tale ragione – aggiunge il consigliere comunale di Camposano – va sostenuta l’iniziativa popolare avallata dall’ANCI, impegnandomi a divulgare l’iniziativa sul territorio locale».

Ma non è tutto. Giuliano auspica che una simile iniziativa possa essere promossa anche nei paesi del territorio, affinché la materia dell’Educazione alla Cittadinanza possa diventare una materia curriculare nelle scuole di ogni ordine e grado.

«E’ importante che tutti si rendano partecipi di questa iniziativa, affinché si registri una partecipazione significativa per favorire la raccolta delle firme necessarie per la consegna della proposta di legge in Parlamento».

FRANCESCO IERVOLINO