estorsione - prete- chiesa
estorsione - prete- chiesa

POGGIOREALE  – SAN GIORGIO A CREMANO. Estorsioni in due parrocchie, pretendeva denaro dal sagrestano, dai fedeli e dal sacerdote mentre celebra la messa: arrestato un 45enne.

I carabinieri della stazione di Barra hanno arrestato S.A., già noto alle forze dell’ordine, questi dovrà rispondere di due estorsioni, una “semplice” e una “aggravata”.

Il 23 agosto scorso, l’uomo entrò nella sacrestia di una parrocchia del quartiere di Ponticelli e inveì contro il sagrestano: pretendeva soldi e se questi non glie avesse dato il denaro non se ne sarebbe andato. L’estorsore aveva minacciato di aggredire due fedeli in quel momento presenti in chiesa mettendosi poi davanti alla porta per impedire alle vittime di uscire. I tre malcapitati si trovarono, così, costretti a svuotare i portafogli e a mettere insieme quello che avevano, in tutto soli 16 euro. S. A. si arrabbiò imprecando che la cifra era misera ma prese con sé il denaro e andò via.
Agli inizi del mese di settembre, S.A. tornò di nuovo in chiesa. Stesso copione questa volta messo a punto in una chiesa di San Giorgio a Cremano. Durante tutta la funzione l’estorsore, S.A. minacciò questa volta il sacerdote, che se non gli avesse consegnato denaro avrebbe messo addirittura una bomba nella parrocchia. Ottenne anche in questo episodio del denaro, una cifra modesta (15 euro), che gli venne data dietro minacce e urla.

Su tali episodi hanno indagato i carabinieri della stazione Barra, delineando un quadro accusatorio nei confronti dell’uomo, condiviso dall’autorità giudiziaria, che ha emesso a carico dell’indagato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in regime domiciliare.