Condividiamo le parole ed il richiamo del sindaco Paolo Cimmino, preoccupato giustamente per la situazione critica e fatiscente dei plessi scolastici cittadini.
Quando si tratta di alzare la voce per garantire la sicurezza dei nostri bambini, non possono naturalmente esistere posizione divergenti tra maggioranza ed opposizione, e quindi così come fummo soddisfatti del fatto che la Regione Campania incluse tra le istanze ammissibili e candidabili nel Piano Triennale dell’Edilizia Scolastica, gli interventi di adeguamento sismico e degli impianti ed eliminazione delle barriere architettoniche di tre plessi scolastici, adesso ci uniamo all’appello del sindaco, affinchè il Miur approvi con proprio decreto la Programmazione Unica Nazionale degli interventi per l’edilizia scolastica e ripartisca le risorse economiche disponibili al fine di erogare agli enti locali i finanziamenti previsti.
Questa situazione inerente le scuole cittadine, ci spinge però anche a portare l’attenzione su altre tematiche, infatti non è la prima volta che assistiamo a dichiarazioni festose che annunciano con grande enfasi l’arrivo di finanziamenti e contributi, e poi invece queste risorse economiche tardano ad arrivare a distanza di tanti mesi e in alcuni casi addirittura di anni.
Un caso emblematico su tutti gli altri, riguarda il finanziamento per gli interventi di contrasto al rischio idrogeologico presso la nostra valle dei mulini, che sebbene i proclami, le celebrative dichiarazioni stampa e social, ancora ad oggi non abbiamo visto nulla di quanto enfaticamente annunciato.
Ci auspichiamo che anche per tanti altri finanziamenti ampollosamente decantati da esponenti autorevoli della maggioranza e considerati come imminenti, non bisogna poi scontrarsi con la realtà ed attendere purtroppo mesi e anni.