NAPOLI. Far tornare il derby del Sole, o il derby del Sud, quello tra Roma e Napoli per intenderci, come era fino al 1987 con un gemellaggio tra le tifoserie e soprattutto senza più tensioni e paure, ma con lo spettacolo che merita di essere.

Il gemellaggio, forte negli 1970 e 1980, si ruppe il 25 ottobre 1987 dopo il gesto dell’ombrello di Bagni alla tifoseria giallorossa dopo un gol che portò il Napoli al pareggio, da allora il clima è stato teso. Prima gli scontri del 2008 e la durissima condanna inferta ai tifosi azzurri giunti in massa all’Olimpico fino all’uccisione di Ciro Esposito, supporter partenopeo da parte di Daniele De Santis. Tornare indietro, dunque, ripristinare la pace tra i tifosi e istituire nuovamente il gemellaggio è l’obiettivo ambizioso che si è posto un giovane giornalista napoletano, Domenico Cicalese, che ha lanciato un evento su Facebook che ha già ottenuto l’adesione di 16mila persone. In occasione della partita che si terrà al San Paolo tra Napoli e Roma il 16 ottobre ha lanciato l’idea di un gemellaggio. “Basta con l’odio, con la convinzione che certi strappi non si possano ricucire”, dice Cicalese, “Siamo stanchi di seguire il Derby del Sole allo stadio senza poter esultare, evirando le nostre emozioni per timore di essere scoperti e puniti. Siamo stanchi di sentire quel grigio sottofondo di cori beceri e di vedere le ignobili scenografie di striscioni deplorevoli. Siamo stanchi delle maschere di prepotenza che rovinano il rapporto tra Napoli e Roma. Per questo credo molto nell’iniziativa che all’inizio sembrava impossibile e invece. Ho contattato e sono stato contattato da numerosi club di tifosi di Napoli e Roma, pronti a rendersi partecipi di questa iniziativa. Sono già molto soddisfatto di come si sta evolvendo l’evento e che nella pagina tifosi di Napoli e Roma riescano a scambiare due chiacchiere come dei vecchi amici lo ritengo un ottimo risultato. L’obiettivo è infatti quello di ritrovarci il giorno 16 ottobre tutti al San Paolo in un clima sereno”. Tanti tifosi vip hanno già condiviso l’idea di Cicalese. “Lo scrittore Maurizio De Giovanni, il commentatore sportivo Ivan Zazzaroni, gli attori Gianfranco Gallo e Flavio Insinna e tanti altri ancora hanno condiviso l’evento, speriamo che fino ad ottobre cresca e che questo sogno possa diventare realtà”. Un sogno cui tutti possiamo contribuire, basta intanto aderire all’evento da qui e poi al San Paolo per far rinascere il Derby del Sole con nuovi eroi a farci sognare.

Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.