Pomigliano D’Arco.  Tragedia nella notte tra Pasqua e lunedì d’Albis,  Pomigliano D’Arco all’incrocio di viale Terracciano con viale Alfa, pieno centro cittadino, tre ragazzi a bordo di una Punto sono stati travolti da una potente Bmw che viaggiava a circa 140 chilomentri orari. A bordo un uomo di nazionalità ucraina in compagnia della moglie, risultato positivo all’alcol test. L’incidente è avvenuto alle tre della notte del 2 aprile e purtroppo per Luigi Cangianiello, ventottenne residente ad Ottaviano, nel quartiere di San Gennarello di Ottaviano, non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo. Un secondo ragazzo, versa in gravissime condizioni, mentre un terzo giovane ne è uscito ferito ma non in pericolo di vita. L’ uomo, che ha provocato il terribile incidente è risultato positivo sia all’alcol test che agli esami tossicologici. È stato arrestato per omicidio stradale e condotto al carcere di Poggioreale.

Un lutto che ha colpito l’intera comunità ottavianese, ed il sindaco Luca Capasso ha proclamato il lutto cittadino.

“La morte del giovane Luigi Cangianiello ha sconvolto la nostra comunità”, ha detto il sindaco, “ci ha lasciato una brava persona, un ragazzo dal cuore d’oro e dal sorriso dolcissimo, un lavoratore onesto. L’amministrazione comunale di Ottaviano è vicina alla famiglia Cangianiello, colpita da questo evento terribile. Il giorno del funerale sarà proclamato il lutto cittadino. I cittadini e le organizzazioni sociali sono invitati ad esprimere la loro partecipazione mediante la sospensione delle attività rumorose o che possano intralciare il funerale. In particolare, i titolari di attività commerciali, in segno di raccoglimento e di rispetto, vogliano abbassare le saracinesche in occasione delle esequie”.