Gli studenti della scuola G. Massaia, a tu per tu con Rino Gattuso per celebrare la vittoria del concorso Scrittori di classe

SAN GIORGIO A CREMANO.  I ragazzi della scuola secondaria di primo grado I.C. II Massaia, diretta da Vincenzo De Rosa, intervistano Gennaro Gattuso, il neo allenatore del AC Milan.  L’opportunità di intervistare il campione del mondo è il risultato della vittoria del concorso nazionale “Scrittori di classe – Cronisti di Sport” che la classe 1F ha vinto, battendo la concorrenza di oltre 21 mila classi italiane. I piccoli studenti sangiorgesi infatti si sono classificati al primo posto e sono stati premiati dai giornalisti della Gazzetta dello Sport, Mimmo Malfitano e Luigi Garlando che hanno assistito i piccoli cronisti durante l’intervista via Skype.

L’attuale allenatore del Milan ha risposto a tutte le loro domande e si è prestato, divertito, alla iniziativa che ha visto gli studenti protagonisti assoluti del concorso. Gennaro “Ringhio” Gattuso ha parlato del futuro del Milan, della sua esperienza come tecnico di un grande club e dei suoi ricordi, in particolare quando vinse da Coppa del Mondo con la Nazionale Italiana nel 2006. Ma la domanda che più lo ha divertito è stata quella relativa al rapporto con Ibrahimovic, compagno di squadra nel Milan. Ringhio Gattuso, così soprannominato per la grinta e l’aggressività che mostrava in campo, non ha esitato a raccontare gli episodi che li hanno visti entrambi protagonisti del calcio di quegli anni, ma sempre sdrammatizzando sulle divergenze che li hanno visti contrapposti su vari fronti.

“E’ stata un’esperienza magnifica – spiega il preside De Rosa – vedere studenti così piccoli intervistare senza alcun timore, un grande del calcio italiano come Gattuso è stata una soddisfazione per loro e per noi il riconoscimento dell’ottimo lavoro svolto dai docenti, in particolare dalla prof.ssa Scala che li ha seguiti e accompagnati in quest’avventura. Grazie alla competenza e alla passione hanno vinto questo concorso nazionale, superando oltre 20 mila classi, attraverso la scrittura collettiva di un racconto incentrato sul calcio”.

“Anche questo è fare scuola – commenta il sindaco Giorgio Zinno, complimentandosi con gli studenti e con il dirigente scolastico. In questo concorso nazionale, la scuola di San Giorgio a Cremano si è distinta agli occhi di tutta l’Italia per la qualità dell’insegnamento e il talento dei nostri ragazzi. E’ il segnale che la scuola, oltre alla famiglia, è ancora la fonte principale di apprendimento educativo e didattico per le nuove generazioni. Come amministrazione poi, queste iniziative, frutto di impegno e passione, sono anche la conferma della politica che stiamo portando avanti da anni con Città dei Bambini e delle Bambine: investire sui bambini e per i bambini per un futuro migliore”.