Sant’Anastasia. “Facciamo chiarezza”. Il sindaco Lello Abete e gli assessori, Cettina Giliberti, Fernando De Simone, Carmen Aprea, Stefano Prisco e Antonio Squillante hanno parlato nel corso di un’iniziativa dal titolo inequivocabile: “Facciamo chiarezza” per parlare ai cittadini di Sant’Anastasia di tutto l’operato fatto finora.

Tanti dati, supportati da slide video su quanto realizzato per la città, non è mancata però qualche “stoccatina” a chi ha lasciato l’Amministrazione (ex assessori o collaboratori) e ora la critica fortemente soprattutto sui social. In questo primo video l’intervento di tutti gli assessori, nella seconda parte che sarà pubblicata a breve l’intervento del vicesindaco Aprea e del sindaco.

NB ESSENDO IL VIDEO IL RISULTATO DI UNA DIRETTA STREAMING POTREBBE MANCARE QUALCHE PARTE E ALL’INIZIO PARTE (FINO AL MINUTO 3.45) CON LA SOLA VOCE.

Gabriella Bellini è nata nel 1976 a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca che interessano la città di Somma Vesuviana e non. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”.