LUVO BARATTOLI ARZANO 3 – SANT’ELIA FIUMERAPIDO 2 (25-15; 22-25; 26-28; 25-16; 15-12)

LUVO BARATTOLI ARZANO: Campolo 17, Piscopo 1, Passante 19, Aquino 14, Perata 4, Postiglione 16, Putignano 8, Guida (L). Non entrate: Suero, Mautone, Bianco, Esposito. All. Giacobelli

SANT’ELIA FIUMERAPIDO: Longobardi 15, Trinca, Ridolfi, Ghezzi, Zonta 15, Lanzi (L), Mordecchi 6, Gradari 5, Blaseotto 2, Babatunde 14. Non entrate: Trocciola e Cassone. All. D’Amico

Arbitri: Simone Racchi e Christian Battisti

Note. Durata set: 22’; 26’; 32’; 22’; 19’. Battute sbagliate Arzano: 10; Battute punto Arzano: 10; Battute sbagliate S.Elia: 9; Battute punto S.Elia: 11. Spettatori: 200 circa.

Ancora due punti per la Luvo Barattoli Arzano che respinge al mittente il Sant’Elia Fiumerapido e compie altrettanti passi avanti in classifica.

La squadra di Nando Giacobelli fa il bello ed il cattivo tempo e trascina fino al quinto set un incontro che con una concentrazione maggiore poteva essere vinto con il punteggio migliore. Sommati ai troppi errori registrati in alcune fasi del match ci sono anche alcune decisioni contestate dell’arbitro Simone Racchi che di certo non hanno contribuito a migliorare la concentrazione del team di casa.

La gara comincia nel migliore dei modi. Subito in evidenza la centrale Passante, che poi risulterà essere la migliore realizzatrice della serata: cinque punti per lei nel set iniziale. Fila tutto liscio fino al 24-9, su questo punteggio si inceppa qualcosa e le ospiti entrano in partita. Basta pensare che hanno anche il tempo di recuperare sei lunghezze prima di cedere 25-15.

“Una vittoria sofferta che ci aiuta a crescere. Il primo set vinto in maniera netta -spiega coach Nando Giacobelli- non ci ha di certo aiutato. Abbiamo pensato che fosse tutto facile ed abbiamo consentito alle nostre avversarie di entrare in partita”.

Cambiato il campo, ci si rende conto che la gara delle laziali è appena cominciata. Le due ex Longobardi e Zonta, supportate dall’emergente Babatunde riescono a tenere la squadra nella scia dell’Arzano fino al tanto agognato sorpasso. Il parziale infatti si conclude con il punteggio di 22-25.

Nella frazione successiva la squadra di casa comincia (oltre a qualche errore di troppo) a subire qualche decisione arbitrale, vedendosi dare sistematicamente torto su ogni pallone dubbio. Dal 20-21 inizia la fase calda del parziale, la Luvo Barattoli recupera una situazione che sembrava nuovamente compromessa e dopo aver annullato tre palle set si trova addirittura a servire per vincere il parziale. Ma non è la serata giusta ed ecco che una nuova decisione contestata chiude il parziale sul 26-28 per le ospiti.

Capito il grande pericolo corso, cambia di nuovo il volto della Luvo Barattoli Arzano. Questo è il parziale delle centrali: sono Alessia Postiglione e la solita Passante (19 punti totali) a neutralizzare le ospiti: 25-16.

Il quinto set vede in campo una squadra che sembra ancora una volta matura. Il Sant’Elia Fiumerapido ha l’unica fiammata in avvio 2-5 poi non impensierisce più le padrone di casa che chiudono dopo una nuova “esibizione” dell’arbitro Racchi che fa ripetere (chiamando contesa) l’ultimo punto costringendo le padrone di casa a concedere il bis.