Importante visita dell’ambasciatore del Canada, Alexandra Bugailiskis, alla Masseria Antonio Esposito Ferraioli di Afragola. Accolta dal sindaco Domenico Tuccillo, l’ambasciatore, che è anche Rappresentante Permanente presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), ha mostrato un vivo apprezzamento per l’uso del bene che, come è noto, costituisce l’immobile confiscato alla camorra più grande nell’area metropolitana di Napoli. Si estende, infatti, su una superficie di circa dodici ettari, pari a 120mila metri quadri.
L’ambasciatore Bugailiskis ha voluto conoscere la storia della Masseria, intitolata ad Antonio Esposito Ferraioli, cuoco, scout e sindacalista della CGIL, vittima innocente della camorra, e conoscere nei particolari l’impegno del Comune di Afragola per restituirla alla collettività attraverso la gestione, dal primo marzo 2017, affidata a una rete di cooperative, associazioni e organizzazioni.
Nel corso dell’incontro il diplomatico canadese ha manifestato grande attenzione anche all’impegno profuso per realizzare, in quest’area, un«Museo vivente della biodiversità» per la costruzione di un percorso didattico in collaborazione con il presidio di Libera di Casoria-Afragola e le scuole del territorio, e all’iniziative dirette a costruire attività lavorative e sostegno per le donne vittime di violenza. «Ho riscontrato – ha dichiarato il sindaco Domenico Tuccillo – attenta partecipazione e competenza nelle parole della signora Bugailiskis, diplomatico di grande sensibilità ed esperienza. A lei ho trasferito l’impegno costante della nostra amministrazione a sviluppare la valorizzazione del territorio, a partire dalla stazione Tav disegnata e progettata dall’architetto Zaha Hadid che ha fatto conoscere Afragola nel mondo e costituisce un fondamentale contributo al panorama infrastrutturale di tutto il Sud».