Le statue parlanti, la presentazione del progetto domani a Montecitorio

ROMA-NOLA. “Le statue parlanti” Presentazione nazionale del progetto di arte e cultura a Roma, Palazzo Montecitorio.

Martedì prossimo, 3 dicembre 2019, ore 11 e 30, nella sala stampa di Palazzo Montecitorio,in Roma, sede della Camera dei Deputati,si terrà la presentazione nazionale del progetto di arte e cultura dal titolo: “Le statue parlanti”.
L’iniziativa, ideata e creata dall’avv. Sonia Napolitano, Presidente dell’Associazione N.A.C. (Nola Archeologia e Cultura), si pone l’obiettivo di trasmettere la conoscenza storica del territorio e delle figure che meglio lo rappresentano, con la testimonianza di vita degli illustri uomini Nolani, attraverso un processo di attualizzazione dei valori praticati e indicandone l’esemplarità civica alle nuove generazioni.
Attraverso la rievocazione storica delle vite straordinarie di Ottaviano Augusto, di Giordano Bruno, di Tommaso Vitale, di Paolino di Bourdeaux e di San Felice, si apriranno percorsi narrativi nuovi che porteranno lungo le strade della riscoperta dei valori storico-religiosi e socio-culturali della millenaria storia di Nola. Un prezioso bagaglio di conoscenza, dal profondo significato etico e civile, che risulta nascosto ma non offuscato né tantomeno cancellato dalla confusionaria società iper-tecnologica e informatizzata, che tende a mescolare tutto in un indefinito e informe bazar dove nulla è più distinto e tutto appare vago e indeterminato.
Il progetto è volto a sensibilizzare gli studenti al mondo dell’arte e della cultura, discipline che risultano in continua evoluzione e che non perdono di vista il legame, presupposto ed evidente, con l’individuo. È proprio questo continuo processo di osmosi tra ricerca e utenza a rappresentare l’anima dell’iniziativa, in quanto esprime la capacità di creare nuovi “dialoghi di conoscenza”.
Questa capacità generativa si esprime al meglio attraverso i destinatari del progetto, che sono, nel medesimo tempo, protagonisti e primi fruitori del sapere. Infatti, saranno proprio le performance degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di Nola, investiti del ruolo di “Giovani-Ciceroni”, narratori dell’esemplarità degli illustri antenati Nolani, ad aprire le porte della città alla cultura, con un percorso di accrescimento della conoscenza che vedrà coinvolti anche i numerosi turisti che vivono come ospiti privilegiati la città bruniana.
L’Associazione N.A.C. non ha fini di lucro e opera in ambito scientifico e culturale per la promozione e la valorizzazione del territorio della città di Nola, la conoscenza delle sue tradizioni dal punto di vista storico-culturale, per favorire lo sviluppo turistico, sociale, ambientale, artistico del territorio, e per la valorizzazione delle bellezze e delle risorse naturali, attraverso l’impegno dei propri soci volontari.