Lo Spettacoli dei Libri, Cinema, Musica e Teatro per raccontare Napoli

NAPOLI. Lo Spettacoli dei Libri Cinema, Musica e Teatro per raccontare Napoli negli ultimi due appuntamenti del 2019. Con Marco Demarco, Vittorio del Tufo e Sergio Siano. Giovedì 21 Novembre ore 20.45 e Venerdì 20 Dicembre ore 20.45. Il Clubino – Via Luca Giordano 73 In apertura di serata una cena dedicata alla tradizione culinaria partenopea.

Con la “Naploitation” di Marco Demarco e il viaggio ‘virgiliano’ per i luoghi partenopei di Vittorio del Tufo e Sergio Siano ci sarà l’immagine di Napoli nel mondo al centro delle emozioni e delle suggestioni degli ultimi due appuntamenti del 2019 de “Lo Spettacolo dei Libri”.

Giovedì 21 Novembre alle 20.45 la rassegna letteraria, ideata del giornalista Roberto Conte, project manager del Festival della Letteratura nel segno del Mito all’Anfiteatro Campano, nata per raccontare saggi e romanzi contemporanei in maniera originale e ‘spettacolarizzata’, avrà al centro del penultimo incontro del 2019 “Naploitation. Napoli, la tradizione e l’innovazione” (Guida Editori), l’ultimo libro del giornalista Marco Demarco, editorialista de “Il Corriere della Sera” e direttore della Scuola di Giornalismo dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

L’ambientazione come sempre sarà quella cenacolare del Circolo culturale napoletano “Il Clubino” (Via Luca Giordano 73), dove arte, musica, teatro e una cornice enogastronomica sono gli ingredienti dello “Spettacolo dei Libri” per comunicare in maniera multiforme i contenuti dei volumi. Nel corso della serata (ingresso e cena 10 euro) molti dei temi del dibattito sulla ‘napoletanità’ sollevati dal libro di Marco Demarco ‘rivivranno’ sulla scena del Clubino con nuovi personaggi napoletani a reinterpretare i grandi della tradizione napoletana cinematografica, teatrale, musicale e culturale.

In apertura di serata le melodie della storia di Napoli (da Caruso a Pino Daniele) affidate alla straordinaria voce del tenore pop napoletano Giuseppe Gambi, reduce dal grande successo del suo tour internazionale per festeggiare i suoi primi 10 anni di carriera.

Poi “Napoli sul grande schermo”, per parlare con critico cinematografico Rai, Giuseppe Cozzolino, ideatore del seguitissimo blog “Un Totò al Giorno”, dell’immagine di Napoli attraverso il cinema, da Totò a Troisi, da Salemme a Martone.

Con Franco Nappi, fondatore della Compagnia teatrale de “Il Demiurgo”, si parlerà di “Napoli in scena” con un focus su Eduardo De Filippo e il valore della napoletanità.
Come da tradizione nelle serate del Clubino ci sarà un ricco angolo enogastronomico dedicato stavolta a “I sapori napoletani a tavola: dal ragù al babà” con il live cooking della chef napoletana Claudia D’Eustacchio.

Dopo l’incontro con Marco Demarco il gran finale del 2019 de “Lo spettacolo dei libri” ci sarà venerdì 20 Dicembre alle 20.45 al Clubino con “L’uovo di Virgilio. Dentro Napoli: la memoria dei luoghi” (Rogiosi Editore), la trasposizione letteraria della seguitissima rubrica domenicale del quotidiano “Il Mattino” firmata dalla penna da scrittore di Vittorio del Tufo e impreziosita dal racconto fotografico di Sergio Siano.

Presentazione del volume “Naploitation”

Ci siamo persi la Piedigrotta e non abbiamo ancora il museo di Totò. C’era una volta la canzone napoletana classica e non c’è nulla per ricordare Enrico Caruso. Perfino Masaniello crea ancora disagio. Per non parlare di Achille Lauro, demonizzato più che studiato. Aver negato valore alla napoletanità, averla sacrificata sull’altare della lotta politica e aver sollevato steccati nei confronti di artisti come Gemito, di scrittori come Di Giacomo e addirittura di autori “piccoloborghesi” come De Filippo o “popolari” come De Crescenzo, ha privato Napoli di un patrimonio simbolico condiviso. Il risultato è un vuoto da colmare. Il libro di Marco Demarco legge criticamente (ma anche autocriticamente) le teorie sulla napoletanità come vicolo cieco. E con ricordi, aneddoti e riflessioni avanza idee per viverla laicamente come un’opportunità. La Naploitation (Naples+exploitation) è tra queste.

Presentazione del volume “L’uovo di Virgilio”

Due giornalisti napoletani, Vittorio Del Tufo e Sergio Siano, già autori di numerosi volumi dedicati alla storia e alle leggende di Partenope,
hanno attraversato per anni la città nello spazio, ma anche nel tempo, battendo palmo a palmo il territorio alla ricerca del cuore esoterico e misterioso di una delle città più immaginifiche e stratificate del mondo. Si sono addentrati nei misteri dell’archeologia, dell’esoterismo, della Storia,
dell’arte, dei culti perduti, della musica. E hanno raccontato, con parole e immagini, i miti e le leggende custodite dietro ogni strada, dietro ogni palazzo. Ne è venuto fuori uno straordinario documento giornalistico – L’Uovo di Virgilio – che accompagna da anni, ogni domenica, le pagine
del quotidiano “Il Mattino”. Percorsi affascinanti tra le strade e i vicoli di Napoli, storie narrate e fotografate, miti di ieri e di oggi. Su tutto, la sfolgorante bellezza di Partenope, la città fondata secondo la leggenda dalla bella sirena che le ha dato il nome, e che si manterrà in vita, salda,
finché il magico uovo di Virgilio sotto Castel dell’Ovo resterà integro. La penna dalle mille sfumature di Vittorio Del Tufo, redattore capo del Mattino, e le fotografie artistiche di Sergio Siano per un libro d’autore, da regalare e da regalarsi, per chi vuole scoprire Napoli da turista, e per chi
la vive, ma sicuramente non la conosce abbastanza.