maratona telethon veronica maya
maratona telethon veronica maya

SANT’ANASTASIA. Maratona Telethon con la conduttrice Rai, Veronica Maya. Il banchetto per la raccolta fondi presso il Santuario della Madonna dell’Arco.

L’Amministrazione Comunale e il sindaco Lello Abete, con l’impegno particolare dell’assessore Lucia Barra e della consigliera comunale Veruska Zucconi, hanno programmato l’adesione alla maratona Telethon per stasera, 14 dicembre, a partire dalle ore 17,30 presso l’ingresso del Santuario di Madonna dell’Arco, dove vi sarà il banchetto Telethon per sensibilizzare la cittadinanza alla raccolta fondi per la ricerca, con la partecipazione della conduttrice Rai, Veronica Maya, che sarà accolta dal primo cittadino nei Giardini di Villa Giulia.

La Fondazione Telethon è una delle principali charity italiane. Dal 1990 si pone l’obiettivo di realizzare la promessa della cura delle malattie genetiche rare attraverso il finanziamento di ricerca biomedica eccellente. Fondamentale è il ruolo della società civile: volontari sul territorio, aziende partner e donatori hanno contribuito in questi anni agli importanti successi raggiunti ed ai risultati promettenti nella lotta alle malattie genetiche rare.

Grazie alla ricerca finanziata per molti bambini nel mondo si è aperta la reale possibilità di un futuro libero dalla malattia. La sfida è, tuttavia, ancora urgente perché le malattie da combattere sono tante e molte famiglie aspettano una risposta dalla ricerca.

Donare anche un Euro è dunque importante.

“Ognuno di noi deve fare qualcosa di concreto per sostenere la ricerca e dare una speranza, un sorriso a chi è affetto da malattie genetiche rare e non solo. Bisogna avere fiducia – dice l’ass. Lucia Barra – nei tanti ricercatori eccellenti che ogni giorno s’impegnano per trovare una cura e dare un futuro diverso a chi è meno fortunato. Quest’anno siamo scesi in campo in collaborazione con un noto imprenditore locale, perché laddove il Governo continua a fare tagli, il pubblico ed il privato sfumano i confini e sposano la stessa giusta causa. Invito tutti, nonostante le ristrettezze economiche, a rinunciare ad un piccolo regalo di Natale per offrire il proprio contributo alla ricerca”.

“Il Natale, con la nascita del Bambinello, sottolinea a tutti noi anche il senso vero della solidarietà e della condivisione, valori forti del vivere civile e comunitario. Ieri sera ho visto piazza Arco piena di gente anche proveniente da altri paesi, nella Notte Bianca tanta partecipazione, animazione, voglia di vivere. Aderire alla maratona di raccolta fondi Telethon, come abbiamo fatto – aggiunge Lello Abete – è l’occasione giusta per contraddistinguerci come comunità attenta e partecipe, in sinergia con assessori, consiglieri, dipendenti del comune, scuole e associazioni. L’amore per chi combatte la malattia e il disagio, l’amore per i più deboli, per chi si affanna ad assicurare il minimo necessario alla propria famiglia nella difficoltà quotidiana, era e resta un mio impegno politico e amministrativo. Dobbiamo tutti dare un segnale positivo e far sì che ai bambini colpiti da malattie rare non sia negata la speranza”.