Avevano preso di mira dei convogli ferroviari fermi nelle officine della struttura ferroviaria di Napoli Centrale: presi con le mani nel sacco dagli Agenti della Polizia ferroviaria.

NAPOLI – Nella mattinata di ieri, 7 novembre 2016, gli agenti della squadra di polizia giudizia del compartimento Polfer per la Campania hanno tratto in arresto tre stranieri di 20, 22 e 23 anni di età, responsabili del furto di quasi 70 kg di cavi in rame di proprietà delle Ferrovie di Stato.

A seguito della recrudescenza dei furti di cavi in rame, con conseguente grave pregiudizio sulla circolazione dei treni, sono stati predisposti da parte della dirigenza della Polfer campana, mirati servizi di osservazione al fine di arginare la problematica.

Nel corso del servizio gli agenti hanno notato delle persone aggirarsi nei pressi delle officine ferroviarie, in un’area il cui accesso è consentito ai soli addetti ai lavori. Nello specifico, tre individui dopo essere saliti a bordo di convogli fermi, ne sono discesi con del materiale voluminoso e pesante.

Alla successiva intimazione di fermarsi i ladri si sono dati a precipitosa fuga, in direzione della Stazione FS di Napoli C.le, ove speravano di potersi confondere tra i numerosi viaggiatori presenti. Tuttavia non sono riusciti nel loro intento, ma bloccati dopo pochi metri e dichiarati in arresto.