SOMMA VESUVIANA. Un documento più soft del precedente, ma che lascia comunque perplessi è quello che ha inviato il capogruppo di “Insieme per Somma”, Maria Rosaria Raia, al sindaco Salvatore Di Sarno e ai capigruppo Antonio Auriemma, Sergio D’Avino, Salvatore Esposito e Giuseppe Nocerino. Una “comunicazione” con cui la Raia comunica che lei e i consiglieri Andrea Scala e Domenico Beneduce (ma pare che mentre scriviamo l’esponente del Psi stia facendo un suo documento con cui si discosta dal gruppo) “si colloca e resta in maggioranza”, ma poi aggiunge: “valutando di volta in volta i progetti e gli argomenti, sostenendo solo quelli condivisi e che ritiene essere benevoli e vantaggiosi per la cittadinanza”.
Una documento protocollato ieri e che ha portato ad un commento dei capigruppo di “Siamo Sommesi” e Svolta Popolare”, Giuseppe Nocerino e Sergio D’Avino”. “Una lettera che deve avere una interpretazione autentica”, commentano Nocerino e D’Avino, “Ringraziamo il gruppo ‘Insieme per Somma’ per la comunicazione prendiamo atto del fatto che sia più democratica e dolce di quella che l’ha preceduta. Tuttavia, siamo comunque perplessi rispetto l’interpretazione e crediamo ci voglia maggiore chiarezza. Nella prima parte del documento ci dicono che fanno parte della maggioranza e nella seconda ci dicono di farlo a fasi alterne, siccome abbiamo bisogno di velocità nell’azione amministrativa, e non crediamo che l’appoggio a fasi alterne serva a rendere rapida l’azione di questo esecutivo, auspichiamo una loro prossima lettera che ci chiarisca, ancora meglio e in maniera definitiva, la loro posizione”.