NOLA. Verrà istituita a Nola, nella città che accolse Sant’Alfonso Maria de’ Liguori durante il Natale del 1754, la Rete Nazionale dei Luoghi Alfonsiani. Venerdì 15 dicembre alle 18 la Pro Loco Nola Città d’Arte si riunirà con la Pro Loco Sant’Agata dei Goti, la Nuova Pro Loco Pagani e la Pro Loco Soul Express Marianella per avviare un’intesa tra le associazioni culturali che operano per valorizzare e favorire la conoscenza del Santo napoletano. L’idea nasce dall’impegno perpetuato negli anni dalla Pro Loco nolana, che in prossimità delle festività natalizie celebra puntualmente il ricordo di Sant’Alfonso e della sua “Tu scendi dalle stelle”, composta proprio a Nola nell’antica casa dei fratelli Zamparelli, oggi prospiciente la sede sociale dell’associazione. La Rete sarà presentata nell’ambito di un convegno dal titolo “Alfonso, un Santo al centro della Campania” al quale parteciperanno Padre Luciano Panella, Superiore dei Padri Redentoristi di Pagani, Don Domenico De Risi, Parroco della Cattedrale di Nola, il presidente della Pro Loco Sant’Agata dei Goti, Claudio Lubrano, il presidente della Nuova Pro Loco Pagani Alfonso Barolo e Maria Grazia De Lucia per la Pro Loco Nola Città d’Arte. All’incontro parteciperà anche una delegazione della napoletana Pro Loco Soul Express Marianella.

Dalla storia e dalle opere di Sant’Alfonso alle suggestioni del Natale che ispirarono il Vescovo Artista e oggi incantano grandi e piccini, domenica 17 alle ore 18 nelle vie del centro storico sarà “Armonia Celeste”, una rappresentazione teatrale itinerante con sonata degli zampognari della Ciociaria. L’evento sarà realizzato con la collaborazione della Compagnia Teatrale Pipariello e l’associazione ComeTe e la partecipazione del gruppo Il Plettro, del Coro Pueri Cantores della cattedrale di Nola e della Compagnia Popularia, che accompagneranno Maria e Giuseppe, impersonati da Maura Tronci e Antonio Esposito Pipariello, nel loro viaggio verso Betlemme, con partenza da Corso Tommaso Vitale 14, sosta nei maggiori cortili del centro, tra cui Palazzo Allocca e Spazio Amira in via San Felice, ed arrivo in Piazza Immacolata.