CASAMARCIANO- Via al monitoraggio delle polveri sottili. Mentre in molte città d’Italia si impongono le targhe alterne per limitare lo smog e nel Nolano continua a tenere banco il caso dello sforamento delle soglie di tolleranza in alcuni Comuni del comprensorio,

a Casamarciano l’amministrazione ha chiesto ed ottenuto in questi giorni l’installazione di una centralina per il controllo delle emissioni. Lo strumento di rilevamento è stato posizionato dall’Agenzia regionale per l’ambiente di Napoli nei pressi dell’unica cava attiva sul territorio del Comune ed avrà il compito di monitorare e controllare l’emissione di Pm10 e di fornire dati che potranno aiutare l’ente a prevenire e contrastare l’inquinamento dell’aria. “Una novità importante- afferma il sindaco Andrea Manzi-, un premio alla tenacia della nostra amministrazione che ha sempre chiesto che ci fossero forniti strumenti efficaci per verificare il livello delle polveri sottili e per garantire ai nostri cittadini che l’amministrazione mette al primo posto, da sempre, la tutela dell’ambiente”. Dopo l’installazione della centralina, l’amministrazione comunale ha deciso che i dati forniti dall’Arpac di Napoli saranno resi visibili periodicamente sul sito istituzionale dell’ente: “In questo modo- conclude il primo cittadino- sarà assicurata la massima trasparenza su un argomento delicato ed importante come la salubrità dell’area che respiriamo”.