centralina mobile
centralina mobile

POMIGLIANO D’ARCO. Centralina mobile per rilevare inquinanti nell’aria già attiva alla scuola Frasso. L’assessore Leonilde Colombrino (Ambiente): «Renderemo noti i risultati ogni quindici giorni».

A Pomigliano d’Arco è attiva da ieri la centralina mobile per il rilevamento degli inquinanti richiesta dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Lello Russo e posizionata da Arpac (agenzia regionale per la protezione dell’ambiente Campania) presso la scuola elementare Frasso.

«Finalmente la centralina è in funzione – dice l’assessore Leonilde Colombrino – e potremo conoscere i risultati e la reale qualità dell’aria, oltre all’eventuale presenza di inquinanti, nel centro cittadino». I risultati dei rilevamenti saranno comunicati all’amministrazione comunale, da Arpac, ogni quindici giorni. «Noi provvederemo a renderli noti alla cittadinanza attraverso il sito istituzionale del Comune» – spiega l’assessore all’ambiente. Nel documento programmatico della giunta Russo c’è appunto la volontà di lavorare a stretto contatto con Arpac e Asl per garantire il corretto monitoraggio dei principali inquinanti e adottare eventualmente misure adeguate in caso si verificassero superamenti dei limiti fissati dalla normativa vigente. Tra le azioni già previste, a prescindere dai risultati dei rilevamenti, l’utilizzo di piante ed alberi collocati come filtri d’aria, misura di risanamento approvata da studi recenti italiani ed esteri che contribuisce notevolmente ad abbattere l’inquinamento da traffico veicolare.