rassegna
rassegna

POMIGLIANO D’ARCO – Inaspettato grande successo per la prima edizione de “I colori della poesia”: rassegna artistica ideata da Annamaria Pianese e dal poeta Mario Volpe, col patrocinio del Comune di Pomigliano D’Arco, che si è conclusa mercoledì scorso registrando un boom di visitatori tra curiosi, esperti e critici d’arte, alunni e professori dell’ istituto Isis e della scuola media Catullo.

Una settimana intensa e ricca di appuntamenti con l’arte ha affollato il palazzo dell’Orologio di Pomigliano D’Arco che , senza sosta, ha ospitato tanti artisti e ha messo in risalto le loro opere d’arte, tra dipinti e sculture, che sono state esposte per tutta la settimana in una mostra gratuita ed aperta al pubblico, il quale, ha ammirato estasiato i lavori di: Francesca Paciello, Francesca Panico, Francesco Granata, Giacomo Giacomarra, Giovanni Panico, Giovanni Balzano, Giovanni D’Amiano, Ilaria D’Onofrio, Luciano Capuano, Giuseppina Perillo, Marco Aurelio Fratiello, Nunzia Foria, Pasquale Mariniello, Patrizio Serino, Pina Magro, Rosaria Iolo, Stefania Miro e Stefania Ianniello.

L’evento ha vantato l’ importante collaborazione del Salotto culturale dell’ ambasciatrice della poesia nel mondo Tina Piccolo, del Circolo letterario anastasiano del poeta e scrittore Giuseppe Vetromile, dell’associazione Clare Musae presieduta dalla professoressa Vittoria Caso e dall’ Accademia vesuviana di Gianni Ianuale i quali, come ogni artista che ha aderito alla mostra, hanno ricevuto diplomi di merito firmati dal sindaco Raffaele Russo e dall’assessore alla cultura Roberto Nicorelli.

La rassegna artistica ha offerto al pubblico un mix di appuntamenti che hanno reso possibile una fusione o meglio, come gli organizzatori hanno dichiarato, un abbraccio tra le opere esposte e la poesia. Infatti a far da cornice alle incantevoli opere in mostra anche due meravigliosi reading di poesia e momenti musicali che hanno reso l’atmosfera ancora più eterea.

“ Ora che la rassegna è terminata – commentano gli organizzatori – resta la pura e semplice gioia di aver conosciuto persone meravigliose, di aver contribuito ad avvicinare idee culturali talvolta distanti tra loro, a far convivere la poesia e l’arte visiva abbracciate insieme senza alcuna forma di competizione, ma sopratutto a colorare una grigia settimana d’inverno con la forza della passione; grazie a tutti”