pomigliano jazz
pomigliano jazz

SANT’ANASTASIA. Arriva l’evento culturale più atteso della regione Campania, il Pomigliano Jazz edizione XIX,  che dal 2011 è diventato itinerante tra le varie località dell’agro-nolano, vesuviano e nelle altre province della regione.

Dal 10 al 20 luglio l’evento,  vivrà in varie località, come Avella, Pollena Trocchia, Cimitile, Ottaviano, Pomigliano D’Arco e anche quest’anno farà tappa  nella cittadina anastasiana nella giornata di sabato 12 luglio con un itinerario turistico ed enogastronomico.

Il Pomigliano Jazz in stretta sinergia con la pro loco di Sant’Anastasia e il suo il presidente Enrico Cicirelli in occasione della tappa anastasiana, hanno organizzato il tour “Il cuore di Sant’Anastasia”, percorso turistico nel centro storico, con uno spazio dedicato ad un laboratorio del gusto sull’olio extravergine d’oliva tenuto da Alberto Marulli dell’azienda agricola “Monte della Torre”.  Il tutto inizierà dalle ore 10 con  partenza da via Roma (piazza IV Novembre), poi subito visita nella chiesa madre  collegiata Santa Maria la Nova in via San Francesco Saverio, successivamente tappa nella suggestiva cappella sede in passato della congregazione del “Monte dei morti” in piazza 2 Ottobre (dove di recente è stato scoperto un affresco del seicento) , piazzetta Sodani dove i “turisti” visiteranno la cappella dedicata al servo di Dio Francesco Maione. Poi si risalirà nella parte alta del paese percorrendo via Giacomo Ramarro, via Garibaldi, piazzetta Sant’Antonio con visita nella chiesa di San Bernardino da Siena e l’annessa biblioteca nel convento francescano. Si continuerà per via Sant’Eligio per arrivare in un altro luogo sacro, via Beato Castelli, dove sarà aperta al pubblico la cappella dedicata al beato Francesco Maria Castelli, che a suo tempo i nostri avi anastasiani gli avevano  dato l’epiteto “esce ‘o sole”. Infine si arriverà all’ antico palazzo del “duca Siano”, che dal 10 agosto 1899 con inaugurazione eseguita dallo storico sindaco Liguori è  palazzo comunale. Successivamente nella piazzetta antistante a termine del tour ci sarà un momento di degustazione di prodotti tipici locali a cura di Slow Food.