Pomigliano. Open Day nella villa confiscata alla camorra

POMIGLIANO D’ARCO. Domani, sabato 30 novembre, Open Day a villa «Giancarlo Siani», bene confiscato alla camorra e concesso dal sindaco di Pomigliano d’Arco, Lello Russo, ad attività sociali.

Quattro anni fa, l’Amministrazione Comunale di Pomigliano d’Arco decise di concedere il bene pubblico in comodato d’uso gratuito alla cooperativa sociale «Aliter», era il novembre 2014. Domani, dunque, la cooperativa sociale ha indetto un Open Day per mostrare a tutti il grande lavoro svolto con il «Centro per l’Autismo».
La struttura a Masseria Guadagni, di circa 275mq, apparteneva al clan Foria. Nel 1994 divenne proprietà dello Stato e cinque anni dopo fu assegnata al Comune di Pomigliano d’Arco. Dal 2004 dopo la ristrutturazione e per un breve periodo ospitò la sede della Polizia Municipale che più tardi però si decise di trasferire in altra sede. L’amministrazione Russo ha voluto che riprendesse vita, affidandola per nove anni a chi potesse tramutarla in un’oasi accogliente per persone affette da autismo.