POMIGLIANO D’ARCO. Successo per la presentazione alla Feltrinelli pomiglianese del nuovo libro di Lorenzo Marone: “Tutto sarà Perfetto”.

di Nunzia Esposito

Ottimo riscontro ieri 5 giugno per lo scrittore Lorenzo Marone che ha presentato il suo nuovo romanzo “Tutto sarà Perfetto” alla Feltrinelli Point di Pomigliano d’Arco.
Alla presentazione era presente: il vicesindaco Elvira Romano, Franca Trotta assessore alla Cultura, Roberta D’Ovidio docente presso il liceo Matile Serao e Margherita Romano docente presso il liceo Imbriani. Ha moderato l’evento Annamaria Pianese presidente dell’associazione “I cori della poesia”.

I personaggi di Marone hanno la capacità di far immedesimare il lettore nelle vicende che descrive con abile maestria, ma al contempo con un linguaggio semplice e scorrevole. Il romanzo narra la vita di Andrea Scotto, che è tutto fuorché perfetta specie quando c’è di mezzo la famiglia. Quarantenne single e ancora ostinatamente immaturo, Andrea ha sempre preferito tenersi alla larga dai parenti: dal padre Libero Scotto, ex comandante di navi, procidano, trasferitosi a Napoli con i figli dopo la morte della moglie, e dalla sorella Marina, sposata, con due figlie e con un chiaro problema di ansia da controllo. Quando però Marina è costretta a partire lasciando il padre gravemente malato, tocca ad Andrea prendere il timone. È l’inizio di un fine settimana rocambolesco, in cui il divieto di fumare imposto da Marina è solo una delle tante regole che vengono infrante. Tallonato da Cane Pazzo Tannen, un bassotto terribile che ringhia anche quando dorme, costretto a stare dietro a un padre ottantenne che non ha affatto intenzione di farsi trattare da infermo, Andrea sbarca a Procida e torna dopo anni sui luoghi dell’infanzia, sulla spiaggia nera vulcanica che ha fatto da sfondo alle sue prime gioie e delusioni d’amore e tra le case colorate della Corricella scrostate dalla salsedine. E in quei contrasti, in quell’imperfetta perfezione che riporta a galla ferite non rimarginate ma anche ricordi di infinita dolcezza, cullato dalla brezza che profuma di limoni, capperi e ginestre o dal brontolio familiare della vecchia Diane gialla della madre, Andrea troverà il suo equilibrio.

L’incontro è avvenuto all’interno della sala conferenze attigua alla Feltrinelli, gremita di persone e tutte affezionate ai romanzi di Marone, dopo i successi editoriali de “La tentazione di essere felici” e “Magari domani resto”.  Un pubblico entusiasta ha partecipato attivamente all’incontro con domande e curiosità che hanno piacevolmente sorpreso l’autore e fatto scaturire profondi spunti per la riflessione. Dopo la presentazione Marone si è fermato con i lettori per il firmacopie di rito e le foto.