Premio Carlo La Catena, medaglia al comandante Chiariello

NAPOLI. La Catena, vigile del fuoco, napoletano, aveva 30 anni, quando venne ucciso da una bomba esplosa, il 27 luglio del 1993, collocata da Cosa Nostra in via Palestro, a Milano. Cinque le vittime: un immigrato, un agente di polizia municipale e 3 vigili del fuoco.

Per ricordare il sacrificio di questi servitori dello Stato, da 22 anni viene organizzato un premio al merito ed all’impegno civico, per evidenziare storie di eroismi quotidiani, professionali, sportivi.
L’iniziativa ha il patrocinio morale della Camera dei Deputati, Regione Campania, Città Metropolitana, Comune di Napoli, Università Federico II, Unioncamere, Consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli, Fondazione Castelcapuano, Ordine commercialisti ed esperti contabili del Tribunale di Napoli. Per l’edizione del 2019 sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento: Irma Testa, campionessa di pugilato, prima italiana a disputare le Olimpiadi; Raffaele Polese, consigliere della Cri, componente del Tavolo Nazionale Povertà e responsabile della sala operativa sociale del comitato di Napoli; Maurizio Simeone, presidente del parco sommerso di Gaiola; Giovanna Romano, prima ricercatrice del Dipartimento di Biotecnologie Marine della Stazione Zoologica Anton Dohn; Maria Luisa Tutino, ricercatrice presso l’Università Federico II; Paolo Ascierto, medico oncologo e ricercatore Direttore dell’Unità di Oncologia melanoma, immunoterapia oncologica e terapie innovative dell’Istituto “Pascale” di Napoli; Saverio Minucci, oncologo e ricercatore, direttore del programma nuovi farmaci dell’Istituto Europeo di Oncologia per la cura del Cancro; Paolo Marcolin, medico specialista, otorinolaringoiatra subacqueo; Vincenzo Gilardi, capo reparto del corpo dei vigili del fuoco e Biagio Chiariello, comandante della polizia municipale di Frattamaggiore, coordinatore della task force, per conto della prefettura, per alcuni comuni della Terra dei Fuochi dove ha lasciato impronte di legalità e con pregresse esperienze in amministrazioni dello Stato, tra cui la Direzione Investigativa Antimafia. Ora a Calvizzano ricopre l’incarico di Sovraordinato per la commissione prefettizia. Il premio segue a quello conferito un mese fa presso l’accademia aeronautica di Pozzuoli, intitolato al Maggiore Mario Fiore.
Assegnate le 10 medaglie al merito ed all’impegno civico, della XXII edizione del premio “Medaglia d’Argento vigile del fuoco: Carlo La Catena” in margine ad convegno sull’associazionismo nella biblioteca “De Marsico” in Castelcapuano, moderato dall’avvocato Giovanni Siniscalchi.