?

NOLA. Premio letterario “Il Candelaio”: venerdì la cerimonia di premiazione Villa Minieri Eventi. Tra i premiati Valerio Massimo Manfredi, Emma D’Aquino ed il Rettore Gaetano Manfredi

Dai casi di cronaca nera all’analisi del mondo antico. Dal romanzo ambientato tra i banchi di scuola ad uno spaccato di storia moderna. E poi ancora le mafie e le libere professioni. Sono tanti gli argomenti tracciati dagli ospiti che venerdì 3 maggio riceveranno a Nola il premio “Il Candelaio”, l’evento letterario promosso ed organizzato dal circolo culturale Passepartout riservato agli alunni delle scuole superiori del territorio. L’appuntamento è alle 19 nel suggestivo scenario di Villa Minieri Eventi. A ricevere l’importante riconoscimento raffigurante una effige del filosofo nolano Giordano Bruno e realizzata interamente in bronzo dalla fonderia Del Giudice di Nola, la giornalista Rai Emma D’Aquino, l’archeologo e conduttore televisivo Valerio Massimo Manfredi e la scrittrice Eva Cantarella. E poi ancora il Rettore dell’Università Federico II di Napoli Gaetano Manfredi, lo scrittore napoletano Massimo Cacciapuoti con l’attrice Miriam Candurro, il giornalista Raffaele Sardo de La Repubblica, il duo televisivo Gigi&Ross con l’attore Oreste Ciccariello ed il conduttore radiofonico di radio Rai3 Piero Sorrentino.
Un salotto culturale a più voci ma anche un palcoscenico per tanti giovani che potranno esprimere la propria verve artistica. In scaletta, infatti, tra una premiazione e l’altra, accanto agli interventi musicali del giovane talento Antonio Franzese Trumpet e del duo napoletano Diana&Claudio anche le esibizioni degli alunni del liceo Albertini e dell’istituto Masullo Theti di Nola, del liceo Colombo di Marigliano, del liceo classico musicale Domenico Cirillo di Aversa, del liceo di scienze umane Francesco Durante di Frattamaggiore e dell’Isis Leonardo da Vinci di Poggiomarino. Presente alla cerimonia anche una rappresentanza dell’amministrazione comunale di Angri che quest’anno ha avviato con il circolo Passepartout una proficua collaborazione con l’istituzione della prima rassegna letteraria per ragazzi.
Non a caso per il quinto anno consecutivo l’evento, di cui è direttrice letteraria la giornalista Rai Cinzia Tani, conferma la partnership con le associazioni della città (Fondazione Hyria Novla, Lions Club Nola – Giordano Bruno, Ordine degli Avvocati di Nola, Camera Civile di Nola, Lions Club Nola – Ottaviano Augusto, Associazione Amiamola) e con il mondo impresa, a cominciare dell’imprenditore Francesco Napolitano a cui si aggiunge Snie e Policastro Auto.

“Un impegno per i giovani che continua nel solco di quanto tracciato finora con le tante iniziative promosse dal circolo Passepartout – spiega la referente letteraria Rosa Barone – Dai temi di legalità e giustizia a quelli di attualità e cronaca sociale, sono tanti gli argomenti sviluppati in questi anni con i ragazzi. Ringrazio le scuole che ogni anno partecipano sempre con vivo interesse all’iniziativa ed a quanti come noi credono nel forte valore educativo degli incontri letturari”.

“Siamo sulla strada giusta – aggiunge l’imprenditore Francesco Napolitano – Nola si riconferma palcoscenico di cultura e di operosità grazie a quelle associazioni che non perdono occasione per mantenere alta l’attenzione sui grandi temi di attualità. Sempre al fianco dei giovani con tenacia e costanza per consegnare ai nostri figli un futuro migliore e di valori”.