SAN GIORGIO A CREMANO.  Premio Massimo Troisi Gino Rivieccio direttore artistico. Bandi di concorso ancora aperti

Premio Massimo Troisi. Gino Rivieccio alla direzione artistica della Kermesse. L’artista – attore e regista di fama nazionale, seguirà l’edizione 2019 del Premio dedicato al grande Massimo, che quest’anno si svolgerà dal 22 al 28 luglio 2019.

Sarà un’edizione ricca e rinnovata che sta prendendo sempre più forma per offrire al pubblico spettacoli ed eventi con grandi ospiti, un concerto e più concorsi per valorizzare sempre più giovani talenti artistici. Tra le novità di quest’anno, volute dall’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno attraverso l’assessore alla Cultura Pietro De Martino, vi è sicuramente una visione più ampia del grande genio di Massimo Troisi, che va oltre la sua innegabile comicità e guarda anche alla sua arte drammatica.
Non solo un osservatorio sulla comicità quindi. I concorsi infatti, quest’anno si sono arricchiti di ulteriori categorie, tra cui migliore scrittura di fiction e serie tv e migliore testo teatrale, grazie alla sinergia con l’Accademia di Arte Drammatica di Roma e l’Università Federico II di Napoli (Master di II livello in Drammaturgia e Cinematografia). Restano confermate le sezioni “Miglior attore comico”, “Migliore scrittura comica”, “Miglior cortometraggio comico”.
Per partecipare c’è tempo fino al 10 luglio 2019. I bandi sono aperti e pubblicati sul sito istituzionale www.e-cremano.it. in home page. Ai vincitori andranno premi in denaro e per le nuove sezioni, in palio due borse di studio “Autore Emergente” e un “Premio speciale della giuria”.
Il programma delle sei serate al momento è ancora top secret, così come gli ospiti che il direttore artistico preferisce non rivelare ancora.

“Lo spirito del Premio Troisi si conferma negli anni – spiega il sindaco Giorgio Zinno – e si traduce principalmente nella scoperta di giovani talenti. Un’opportunità che ogni anno la città di San Giorgio a Cremano intende offrire a coloro che hanno attitudini comiche e non solo, tanto che quest’anno interpreta l’evoluzione del teatro e del cinema, allargando anche alle fiction e serie tv. Riguardo la direzione artistica – aggiunge – Gino Rivieccio, che ha presentato la propria candidatura a seguito di un bando ad evidenza pubblica, è persona di esperienza e artista dalla rinomata carriera. Con lui stiamo mettendo a punto il calnedario di eventi e spettacoli per offrire alla città un Premio ancora più ricco, variegato e capace di rendere il giusto omaggio a Massimo Troisi. Ringrazio sempre la Regione Campania e il presidente De Luca per aver finanziato nuovamente la kermesse, credendo nelle potenzialità del Premio e nelle opportunità che offre a tanti giovani”.

Intanto, dal punto di vista organizzativo, la macchina comunale è al lavoro. Il primo cittadino e il direttore artistico stanno lavorando per la realizzazione dell’evento, i cui dettagli verranno svelati durante le prossime settimane.

“Quest’anno le novità del Premio – conclude Pietro De Martino – sono frutto di una sinergia tra amministrazione e direzione artistica, nell’ottica comune di raggiungere la cultura a 360 gradi ribadendo che Troisi era un genio a tutto tondo e non un artista comune, da molti erroneamente definito attore e regista comico”.