Sant’Anastasia. Una ditta stoccava illegalmente dei rifiuti, dopo il blitz dei carabinieri scatta il sequestro dell’area e delle attrezzature. Una ditta di stoccaggio e recupero di rifiuti in via Coscialonga teneva scarti plastici e legnosi stoccati in area non autorizzata e priva di dispositivi antincendio.
lo hanno scoperto i carabinieri del N.o.e. di Napoli e della locale Stazione nel corso di controlli per verificare il rispetto della normativa a tutela dell’ambiente in ditte del settore rifiuti. Alla luce delle irregolarità riscontrate i carabinieri hanno denunciato l’amministratore della ditta, un 36enne del luogo, per gestione illecita di rifiuti speciali in area non autorizzata e omessa presentazione della s.c.i.a. antincendio. Sottoposti a sequestro un’area di circa 3mila metri quadrati, 17 cassoni, big bags contenenti circa 500 metri cubi di plastica e legno, 2 muletti e un ragno meccanico.