SANT’ANASTASIA. Conferenza stampa del Pd questa mattina per i primi cento giorni di governo cittadino targato Abete. Presente anche l’ex candidato sindaco Mario Gifuni, oggi neo presidente della commissione Trasparenza.

Una dura opposizione quella che in questi mesi si è schierata contro l’Abete bis, “lontananza politica” rimarcata ancora di più dalla conferenza stampa indetta questa mattina nella sezione del Partito democratico. Tema centrale “i primi cento giorni” dell’attuale governo cittadino, che a parere delle forze d’opposizione niente di quello che è stato promesso in Campagna elettorale, da portare a compimento entro questo termine, è stato realizzato. Lo ha rimarcato con forza il segretario dei democratici Raffaele Mollo: “I primi cento giorni di questo governo, sembra essere la continuità degli ultimi cinque anni, un’ Amministrazione fallimentare e su questa falsa riga continua ad andare il nostro sindaco.” Poi continua: “Ci sono una serie di questioni che purtroppo non vedono ancora soluzioni, ancora qualche mistero intorno al Piano Regolatore, le politiche sociali e la macchina comunale che sembra non essersi ancora organizzata”. Poi prende la parola il capogruppo democratico Raffaele Coccia, candidato sindaco delle scorse amministrative e Consigliere comunale seduto tra i banchi dell’opposizione: “Nei primi cento giorni non è stato fatto nulla, non si è intervenuto su nessun argomento” continua “questa Amministrazione porta avanti da anni errori e cattive abitudini. Ad esempio non ci rispondono alle interrogazioni che poniamo su argomenti importanti”. Poi in base alla nomina di Mario Gifuni a presidente della commissione Trasparenza, Coccia spiega che dovrà fare luce su tutti gli atti presentati. Alla conferenza Dem è stato invitato lo stesso Gifuni, anche lui candidato sindaco nella scorsa tornata elettorale e neo presidente della commissione Trasparenza: “Proviamo a discutere il niente con il nulla, abbiamo acquisito via Canonico Marciano senza una rete fognaria e senza un impianto elettrico collaudati, e tutto ciò andrà ad incidere negativamente sulle tasche degli anastasiani, con una spesa di circa 400mila euro. Il primo regalo dell’esecutivo Abete”. Poi parla della gara d’appalto per aggiudicare il servizio di raccolta rifiuti, su questo argomento l’ex presidente del Consiglio dichiara: “Una gara che ammonta a 14 milioni di euro, dove è stato fatto un copia incolla del vecchio capitolato. Non è stato inserito il lavaggio stradale tanto meno un riconoscimento ai cittadini che effettuano una buona differenziata”. L’ex presidente del Consiglio comunale chiosa poi con uno dei temi che ha portato avanti in tutta la sua Campagna elettorale e che continua ad affermare a più di cento giorni di distanza: “In questo paese c’è un’emergenza democratica: è vietato parlare contro l’esecutivo Abete”. “In questi primi cento giorni l’attuale compagine politica aveva promesso di realizzare determinate cose, che non sono però state effettuate” interviene il Consigliere Peppe Maiello, continua: “il primo bilancio politico di questa Giunta è fallimentare. Ci troviamo di fronte ad un’ Amministrazione che fonda tutta la sua azione sull’approssimazione”. Poi anche lui elenca le tematiche che secondo il suo parere e i suoi colleghi dell’opposizione avrebbero bisogno di maggiore attenzione come “la riapertura di via Marra”,  “periferie abbandonate” e la “scarsa pulizia del paese”. Nonostante le forti e le accese divergenze che separano la maggioranza dall’opposizione, Maiello si dimostra disponibile ad accogliere qualsiasi progettualità che per lui possa essere propositiva alla comunità anastasiana e spiega: “Noi non siamo un opposizione che è contro a prescindere, il nostro impegno è al servizio della cittadinanza, svolgiamo la nostra attività politico istituzionale per il bene del paese e se l’Amministrazione Abete porta in aula una delibera di Giunta o un provvedimento utile per la crescita e lo sviluppo di Sant’Anastasia, noi non possiamo essere che contenti.  Oggi però al di fuori dell’ ordinario non si fa nulla”. Poi per la totale assenza, nell’ultimo Consiglio comunale, dei Consiglieri di maggioranza, Maiello dichiara: “Si è evidenziato il mancato rispetto delle istituzioni e dei cittadini anastasiani”.

Il video integrale della conferenza di questa mattina

http://